A Cattolica, e non solo, le canocchie di mangiano in umido (canocie a bruvet)

Canocchie in umido
fonte immagine: https://blog.giallozafferano.it/

 

Oggi una ricetta della cucina di mare, tipica in particolare della zona di mare antistante Cattolica: le “Canocie a bruvet”, ossia le canocchie in umido.

Ingrediente molto apprezzato in numerose preparazioni della tradizione marinara – dal brodetto, ai sughi di pesce – le canocchie, gustate da sole o “compagnia”, sono sempre una gioia per il palato grazie al loro inconfondibile sapore. Ecco qui la ricetta.

Ingredienti per 4 persone

1 Kg di canocchie vive
2 cucchiai di conserva
1 cipolla media
olio extra-vergine di oliva
½ bicchiere di aceto
2 cucchiai di prezzemolo tritato
sale e pepe q.b.

Preparazione

Per prima cosa pulite le canocchie. Sciacquatele molto bene e fatele scolare in uno scolapasta. Poi con le forbici da cucina iniziate a togliere le chele, le zampe e le parti delle canocchie che pungono facendo attenzione a non ferirvi. Per prima cosa, tagliate le due chele grandi vicino la testa. Poi, tagliate la parte degli occhi. Girate la canocchia e tagliate le zampette posizionate sotto la testa e quelle laterali. Procedete eliminando le escrescenze presenti lungo la pancia e le chele posizionate vicino la coda.
A questo punto sistematele in un tegame in cui avrete fatto rosolare la cipolla tritata finemente con l’olio. Aggiungere la conserva, un po’ d’acqua e il ½ bicchiere di aceto, coprite e lasciar cuocere per 15-20 minuti circa. A cottura ultimata spolverare con il prezzemolo tritato.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER