Appunti di degustazione: Ristorante Le Ghiaine di Cervia (Ra)

Appena fuori da Milano Marittima, famosa località balneare caratterizzata da lunghi viali alberati e rotonde che ospitano giardini, percorrendo lo Strada Statale in direzione Ravenna, troviamo sulla destra una grande struttura indipendente, affiancata da un rigoglioso vivaio: il Ristorante Le Ghiaine .

Nato inizialmente  come piadineria, si è evoluto in uno dei ristoranti più frequentati e riconosciuti della zona.  Circondato da un ampio e curato giardino illuminato da faretti, paradiso dei bimbi, e piacevole relax per gli adulti, l’ambiente che mi si apre davanti è elegante, moderno e accogliente. Il colore predominante è il bianco, contrastato e alternato dal caldo colore del legno che riveste parzialmente alcune pareti e il soffitto. Anche le sedie e i tavoli sono chiari, illuminati da una candela contenuta in un caratteristico vasetto che mi ricorda  le conserve fatte dalle nonne. Molto gradevole  la presenza di piante dalle foglie ampie e ben curate, che sono dislocate un po’ in tutti gli ambienti, alcune persino in piccole fioriere al lato del tavolo; un tocco green che non guasta!

 

Ristorante Le Ghiaine Cervia

 

Ad aspettarmi  c’è Alessandro, un ragazzo giovane, moro e con un po’ di barba che gli contorna il viso; lui e suo fratello Mirko, sono i padroni di casa qui alle Ghiaine.

Inizio a guardare il menù e trovo che ci sia  la giusta scelta di piatti, né troppi né troppo pochi, con anche un piccolo fuori menù.

Alessandro mi fa la sua proposta di degustazione che corrisponde esattamente a quella che avrei scelto io. Mi spiega che normalmente cambiano il menù principale ogni 3 mesi per attenersi il più possibile alla stagionalità dei prodotti, mentre il fuori menù varia anche 4/5 volte a settimana. Trovo che sia ottimo tener conto dei ritmi della terra, in questo modo vengono indubbiamente favoriti la genuinità e il sapore delle materie prime utilizzate.

Dovendo guidare, preferisco non cedere alla tentazione del vino, ma do comunque un’occhiata alla Carta dei Vini e scopro che è ben fornita : vini Italiani, Francesi, Tedeschi e Libanesi , per non dimenticare le “bollicine” francesi tra cui diverse marche rinomate di Champagne.

 

Ristorante Le Ghiaine Cervia

 

Curioso in giro per il  locale che è composto da diverse sale e anche qualche saletta più nascosta come quella che mi ospita stasera. L’ambiente si affaccia sul verde giardino che posso scorgere  dalla  vetrata foderata da lunghe tende bianche, che rendono l’atmosfera ancora più intima e appartata. Imparerò poi in seguito che, durante la bella stagione a partire già dalla primavera, le vetrate verranno aperte e il ristorante diverrà un tutt’uno con l’esterno . Sarà quindi possibile mangiare anche all’aperto grazie ad un’area pavimentata dove verranno aggiunti altri tavoli.

Durante la serata, vengo viziata dalle attenzioni di Alessio, un cameriere molto simpatico che si assicura sempre che al mio tavolo non manchi nulla e mi sorride ogni volta che mi presenta un piatto.

 

Le Ghiaine Cervia Tartare
Le Ghiaine Cervia – Tartare di Fassona

 

Ad aprire la mia esperienza gastronomica sono 3 antipasti: Tartare di Fassona, Cipolla Bianca di Margherita IGP con fondente di Taleggio, patate, Parmigiano e salsiccia di Mora Romagnola e un fuori menù : Bocconcini di coniglio in vasocottura su crema di latte e giardiniera. L’impiattamento è perfetto e curato nei minimi dettagli, soprattutto i bocconcini di coniglio che  sembrano più un dipinto che un piatto da mangiare. La giardiniera crea infatti un bel gioco di colori e il suo sapore deciso s’incontra bene con la delicata e cremosa salsa, che idrata ottimamente la carne del coniglio.

La Tartare è tenera e molto saporita grazie al condimento composto da ingredienti tradizionali come i capperi e le acciughe, gli unici che Alessandro mi svela.

 

Le Ghiaine Cervia Cipolla bianca
Le Ghiaine Cervia – Cipolla Bianca di Margherita IGP con fondente di Taleggio, patate, Parmigiano e salsiccia di Mora Romagnola

 

L’antipasto che più mi incuriosisce però è la Cipolla Bianca di Margherita IGP. La tenera consistenza dell’ ortaggio abbraccia la cremosità del formaggio e la leggera croccantezza della salsiccia. Il piatto è un’alternanza di note dolci e sapide molto gradevole che ho apprezzato tanto. Inoltre, ho sempre molta ammirazione per quei piatti che riescono a portare ingredienti semplici e poveri ad un livello superiore, mettendoli al pari di materie prime più ricche che “si vendono” da sole.

 

Le Ghiaine Cervia Coniglio Vasocottura
Le Ghiaine Cervia – Coniglio cotto in vasocottura

 

Durante il servizio Alessio è sempre stato rapido e non ha mai perso il suo sorriso, che, devo dire, è contagioso.

Mi soffermo a chiacchierare un po’ con Alessandro che spesso mi allieta con la sua presenza e vengo a scoprire cose molto interessanti. Mi racconta che lui e il fratello Mirko  sono cresciuti a suon di piadina, aiutando il padre nel suo chiosco al porto di Cervia. Questi due ragazzi intraprendenti hanno ascoltato il loro cuore dedicandosi con passione alla ristorazione aprendo, ben 19 anni fa, questo ristorante ricavandolo da una vecchia cava di ghiaia dismessa…ecco perché si chiama  Le Ghiaine!

Una volta avviato il tutto, dopo circa 10 anni, si sono dedicati anche all’estero aprendo ben 35 punti di ristoro  specializzati in Piadina. Seul, New York, Dubai, sono solo alcune località dove il prodotto simbolo della Romagna, grazie ai fratelli Maioli, è sbarcato. Il tutto è potuto accadere grazie anche alla collaborazione con Farinetti, il fondatore della nota  Eataly, la  catena di punti vendita di medie e grandi dimensioni , specializzati nel commercio e nella distribuzione di generi alimentari italiani.

Inoltre, hanno siglato una partnership con Percassi e aperto la catena di “chioschi” di Piadina Romagnola chiamata Casa Maioli.

La Famiglia Maioli va molto fiera del suo prodotto, frutto dell’antica ricetta di nonna Rina e Gina tutt’ora in uso nei loro locali. Ho avuto il piacere di assaggiarla e devo dire che è ottima, leggermente croccante e morbida allo stesso tempo, ottima  servita calda!

 

Le Ghiaine Cervia Bottoni di Zucca
Bottoni di zucca con emulsione di Burro di Normandia, cipolla di Tropea caramellata e Parmigiano Reggiano Dop 24 mesi

 

Ho ascoltato con attenzione e piacere le parole di Alessandro che ora sceglie per me due assaggi di primi: Bottoni di zucca con emulsione di Burro di Normandia, cipolla di Tropea caramellata e Parmigiano Reggiano Dop 24 mesi e Tortelli di cavolo su acqua di patate, caprino stagionato e pancetta di Mora romagnola. Adoro questi bottoni!!! 3 livelli differenti di dolcezza dati dalla zucca, dal burro e dalla cipolla, smorzati da una pioggia di trucioli di Parmigiano…che meraviglia!

 

Le Ghiaine Cervia Tortelli di cavolo
Tortelli di cavolo su acqua di patate, caprino stagionato e pancetta di Mora romagnola

 

Anche i tortelli non scherzano! Personalmente apprezzo  l’innovazione e l’utilizzo di ingredienti inusuali. Il cavolo come ripieno è molto delicato e si sposa bene con l’acqua di patate che ha la consistenza, per così dire, di un purè molto morbido. Il Caprino da’ una sferzata di sapore e la pancetta in briciole croccanti conferisce anch’esso sapidità ,oltre che consistenza e colore, al piatto.

Entrambi i primi hanno una presentazione semplice e pulita, direi “essenziale”, che viene esaltata sempre con dei bei piatti di supporto.

Tra una portata e l’altra mi sento molto rilassata, l’atmosfera è tranquilla grazie anche ad una discreta musica soft di sottofondo. Questa serenità è data anche dal personale, si avverte sintonia e allegria. Alessandro mi dice che all’interno del ristorante la maggior parte dello staff è consolidato e lavora al suo fianco da tantissimi anni, alcuni persino dall’apertura. Insomma, si respira l’aria di una grande famiglia!

 

Le Ghiaine Cervia Faraona bassa temperatura

La mia degustazione prosegue ora con il secondo: Coscia di Faraona farcita al tartufo nero cotta a bassa temperatura. La carne, grazie alla cottura particolare, ha il cuore tenero e succoso, mentre il suo esterno è croccantino e appare lucido, come glassato. Bella la presentazione caratterizzata da una sezione di carne adagiata su un letto di insalatina calda di verdure di stagione, affiancata dalla restante coscia che si erge in verticale. Il menù prevede anche la cottura alla griglia, dedicata soprattutto a tagli di differenti razze animali come Angus, la Marchigiana e l’Hereford irlandese, proprio una bella scelta!

Siamo ora giunti alla parte più golosa della serata e concordo con il padrone di casa quale dessert provare: Dolce & Salato. Si tratta di un dolce di loro invenzione composto da latte affumicato, arachidi e caramello.

 

Le Ghiaine Cervia Latte affumicato
Dolce & Salato

 

Ho chiesto un dolce ed è arrivata un’opera architettonica! Sono proprio curiosa di assaggiare questa torretta scomposta con consistenze e colori differenti.

È un po’ difficile descrivere la densità  particolare del latte, assomiglia ad una ganache solidificata o forse ad una crema un po’ più soda. Quello che certamente so è che la leggera affumicatura del latte, abbinata al mou di caramello salato e alle cialdine di arachidi, è semplicemente una bomba…di gusto e calorie!!! Vale però veramente la pena lasciarsi tentare da questo peccato di gola!

Non potevo provare altri dessert se non quello, che mi ha deliziato con i suoi contrasti equilibrati. Ora posso dire che sì, Le Ghiaine è un ristorante tradizionale per molti aspetti, ma sicuramente non è statico; la cucina offre proposte “di terra” assolutamente moderne ed innovative con abbinamenti insoliti che affiancano i piatti classici senza disturbare ma, anzi, dando un valore aggiunto e un tocco di modernità.

Un locale poi da grandi numeri, pensate che arriva a fare fino a 550 coperti al giorno. Cenando qui alle Ghiaine stasera, ho potuto constatare che la presentazione di tutti i piatti è eccellente e che ,in generale, lo standard del locale è elevato ma con prezzi nella media.

Inoltre, trovo che questo sia davvero un luogo versatile; ideale per gruppi,  visti i grandi spazi interni, ma anche per le coppie, grazie ai numerosi “angolini” riparati che il ristorante offre. Sicuramente un locale da provare senza troppi dubbi e con la garanzia di rimanere soddisfatti!

Ringrazio Alessandro e Alessio per la loro cortesia, disponibilità e i loro sorrisi.

 

Visitato il 03/03/2020 da Elisabetta Deidda

 


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Whatsapp