Corte San Ruffillo, rispetto per l’ambiente e cibi bio sono di casa

Corte San Ruffillo - Dovadola

 

Corte San Ruffillo si trova in posizione collinare poco dopo Dovadola. Un luogo affascinante le cui parole identificative sono: passione, natura, agricoltura e storia. Si tratta di un’antica costruzione il cui nome deriva dal toponimo della Pieve che, nel 1163 d.C., fu costruita in questo angolo di Romagna, al confine con il Parco delle Foreste Casentinesi e la Toscana, dove si respira un’aria incontaminata e pura.

Il complesso di Corte San Ruffillo ha infatti origini antichissime. Nelle Ratio Decimarum del 1290 (il registro delle decime che venivano riscosse dallo Stato della Chiesa) era denominato “Plebis S. Rophilli”, e apparteneva alla Diocesi di Forlimpopoli. Pare sorgesse nel sito dell’antico Castello dei Conti Guidi.

Secondo le fonti storiche la fondazione della Chiesa sarebbe datata intorno all‘XI secolo, anche se la tradizione popolare fa risalire la casa canonica, la chiesa attigua, le cantine e i servizi annessi, alla seconda metà del 300 a.C. periodo della predicazione di San Ruffillo Martire, Vescovo di Forlimpopoli. Con il passare dei secoli il complesso si è arricchito fino ad assumere, con la costruzione di Villa Filetto, nel 1810 circa, l’aspetto attuale.

Parlando di tempi più recenti, la titolare – Sara Vespignani – 11 anni fa ha scelto di essere una pioniera del biologico e del km0, portando sempre maggiore attenzione verso l’origine del prodotto e l’alta qualità delle materie prime.

L’agriturismo Corte San Raffilo vanta oltre duecento ettari di terreno con diverse coltivazioni: frutteti, cereali, uliveti e vigneti da cui si producono 11 etichette con proprio marchio. In aggiunta un orto di 7.000 metri da cui si ottengono le verdure utilizzate in cucina.

I terreni, per lo più in collina e montagna, si estendono principalmente nella Romagna-Toscana a pochi km dal Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e, al di là del Passo Muraglione, verso Firenze. È in questo contesto naturale, proprio nei laboratori di Rocca San Casciano, che quasi tutto quello che producono viene trasformato in salumi artigianali, composte, chutney e vino, tutti certificati bio. Dall’altra parte la lavorazione delle olive, dei cereali e dei mielari sono destinati a frantoi, mulini, pastifici e mielifici anch’essi certificati bio. Parte dei terreni, infine, sono dedicati al pascolo di Bovini di Razza Romagnola, presidio Slow Food, e di ovini, allevati con il foraggio biologico coltivato nell’azienda.

Sara ci racconta la sua filosofia che si identifica nel rispetto dell’ambiente, della natura e dei suoi tempi. Anche i piatti del ristorante rimangono nel solco della tradizione, ma con qualche innovazione. Si inizia dagli antipasti, con il tagliere di salumi di mora romagnola e piadina o di formaggi con composte e chutney (uno dei più richiesti). Si prosegue con i primi, tra i quali non mancano le pappardelle al ragù di lepre o la pasta ripiena come ravioli o crespelle. I secondi includono proposte di cacciagione in inverno come pure funghi e tartufi ma anche proposte vegetariane per un menù che sosddisfi le richieste di tutti.
Pane e pasta fresca sono sempre fatti in casa, in particolare per il pane sono utilizzate farine biologiche selezionate e lente lievitazioni. Per chiudere il pasto con dolcezza si può scegliere tra la biscotteria di produzione propria abbinata magari a buon passito, o un sorbetto preparato con la frutta da loro coltivata.

E non finisce qui. Corte San Ruffillo dispone di 14 camere all’interno di in un suggestivo complesso settecentesco o nelle eleganti stanze dell’ottocentesca Villa Filetto. A disposizione degli ospiti una piscina esterna ed una splendida Spa interna dove potersi rilassare, con la possibilità di sottoporsi qualche trattamento benessere. Un luogo ideale per convention, cerimonie e matrimoni, grazie alle ampie sale coperte ed al meraviglioso giardino davvero ben curato.

Numerose le attività che si possono intraprendere: da un di trekking in vigna con degustazione, ad un percorso in e-bike, per concludere con un corso di cucina o una caccia al tartufo.
Da notare che anche gli amici a 4 zampe sono i benvenuti !


Rimani aggiornato sulle Manifestazioni!
📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER