Fino a fine febbraio il Circuito Gastronomico del Cardo Dolce di Cervia

Chitarrina con cardo di Cervia, totanetti nostrani e nero di seppia - Cruderia Al Porto

Chitarrina con cardo di Cervia, totanetti nostrani e nero di seppia – Cruderia Al Porto

 

L’iniziativa 

A Cervia  è tornato il “Circuito Gastronomico del Cardo”, dedicato a questo prodotto tipico della terra cervese.

Fino al 28 febbraio settimanalmente uno o più locali propongono una cena a tema che vede il cardo come protagonista. Per dare maggiore varietà all’iniziativa, alcuni ristoranti inseriscono all’interno del proprio menù uno o più piatti a base di cardo di Cervia.

Il Cardo Dolce e le sue proprietà

Si tratta di un ortaggio per cultori, poiché è disponibile soltanto d’inverno e in quantità limitate. Noto anche come “principe dell’inverno”, il Cardo Dolce di Cervia vanta un gusto dolce e genuino. La consistenza tenera è dovuta ai terreni sabbiosi in cui cresce. A differenza degli altri cardi, lavorati artificialmente, l’originale Cardo Dolce si sbianca in maniera naturale e mantiene intatti il sapore inconfondibile e le proprietà nutritive. Il gusto delicato del cardo si sposa bene sia con ricette di carne che di pesce, con pasta e frutti di mare.

I Locali aderenti

Dopo il successo delle precedenti edizioni quest’anno saranno 11 i ristoranti aderenti

La Locanda dei Salinari
Al Pirata
al Deserto
Al Porto
Tipiko
Il Cantinone
La Giostra
Il Moro,
La Porta del Mare
Re Sale
La Pescheria del Molo


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER