Il Finocchio di Romagna: un alleato per l’Inverno

Finocchio di Romagna

 

Il Finocchio è un ortaggio che matura proprio durante l’inverno, quando molte altre verdure non sono disponibili. La Romagna poi è un territorio di produzione qualificato, con “Finò” il finocchio italiano al 100 % di Savignano sul Rubicone. Resistente e versatile, si adatta a molte ricette, ma i suoi benefici non finiscono qui. Possiede infatti particolari proprietà nutritive che aiutano a depurare e disintossicare l’organismo.

L’azienda Finò

Finò nasce nel 2006, con la fondazione dell’Ortofrutta Caligari & Babbi. L’azienda iniziò l’attività con il ritiro di frutta locale. Ma già dalla prima stagione, la ditta introdusse nel periodo invernale la lavorazione del finocchio. Ad oggi, la lavorazione del finocchio si estende a tutto l’anno.

Il segreto di Finò è l‘innovazione tecnologica, che da subito ha permesso un controllo preciso del prodotto. Ma l’elemento determinante nel ciclo di lavorazione è l’acqua ozonizzata, caratteristica che contraddistingue i prodotti Finò. L’ozono, misto ad acqua, diventa un potente disinfettante naturale. Questa tecnica riduce il deterioramento dell’ortaggio ed elimina ogni residuo tossico. I finocchi di Finò sono così totalmente protetti da batteri, funghi e muffe.

Un’eccellente politica aziendale che salvaguarda un’eccellente dono della nostra terra generosa: il finocchio italiano.

Le Proprietà del finocchio

Scopriamo le proprietà del finocchio. L’aspetto panciuto e carnoso ed il colore madreperlaceo ne fanno già intravedere le sue qualità. Fresco e depurante, il finocchio è un validissimo alleato dei regimi dietetici a basso contenuto calorico. Unisce infatti elevato potere saziante e basso contenuto calorico. Ricco poi di anti-ossidanti, che tramite la loro azione contrastano l’invecchiamento cellulare.

Contiene inoltre vitamine A e C, oltre a sali minerali quali sodio, potassio, fosforo e ferro. Questi elementi gli conferiscono proprietà depurative e diuretiche. Inoltre è molto utile per combattere anemia, infiammazioni e scompensi intestinali. Infine, l’ottimo apporto di fibre favorisce l’assorbimento dei nutrienti e la regolarità delle funzioni.

Le Ricette

In cucina, il finocchio costituisce un ottimo ingrediente. Oltre ad essere economico, se ne possono utilizzare tutte le parti. Come per il maiale, del finocchio non si butta via niente! Il grumolo bianco si può gratinare o lessare per abbinarlo a piatti di carne, oppure consumare crudo in insalate e pinzimoni.

Del finocchio selvatico si usano i fiori, sia freschi che essiccati, per aromatizzare le carni di maiale, i funghi o le castagne. I semi si utilizzano invece nella panificazione in numerose preparazioni, fra cui i taralli pugliesi. Non si buttano nemmeno le foglie. Queste ultime insaporiscono piatti a base di pesce e frutti di mare, e sono un ingrediente essenziale nella celebre “pasta con le sarde” siciliana.

Ortaggio versatile, economico, aromatico e saporito, il finocchio in cucina è un’arma da non sottovalutare!
Ecco qui una facile ricetta

 

Finocchi gratinati con la besciamella

 


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER