Il Brodetto di Pesce alla Romagnola a cura di Laura Adani

Brodetto romagnolo a cura di Laura Adami

Insieme alle Marche, la Romagna si contende il primato in materia di paternità, d’inventiva e di bontà del brodetto. Qui la specialità si chiama brudèt ad pès. In Romagna non esiste brodetto se mancano la gallinella (mazzolina da quelle parti), il sapore robusto e denso di conserva, aceto e pepe nero.

Tra i più conosciuti e amati dal popolo romagnolo si contemplano quello di Rimini, di Cattolica, di Cesenatico e quello ravennate. A Ravenna sono dominanti le canocchie, le seppie e le telline (piccole vongole), non manca mai l’aceto di vino e neanche aglio e prezzemolo tritati finemente. A Cesenatico trova posto anche l’anguilla di mare, vino bianco secco o aceto di vino bianco e spezie varie. A Rimini la formula base è pepe, aceto e conserva di pomodoro. A Comacchio il brodetto è quello con le anguille e con la polenta al posto del pane.

INGREDIENTI PER 4-6 PERSONE
Tempo di preparazione: 20 minuti – Tempo di cottura: 40 minuti

1,5 kg di pesce misto da zuppa, già pulito
(scorfano, gallinella, grongo, calamaretti, seppie,
coda di rospo, scampi, cicale, cozze e vongole)
3 spicchi d’aglio
1 cipolla
1 bicchiere di vino bianco secco
1/2 bicchiere di conserva di pomodoro
1/2 bicchiere di aceto di vino bianco
qualche ciuffetto di prezzemolo
olio extravergine d’oliva
brodo di pesce
una macinata di pepe
sale

Preparazione
Sciacquate le vongole e le cozze: spurgate le prime in una ciotola con acqua fredda leggermente salata per un paio d’ore, pulite le seconde eliminando il bisso. In una casseruola scaldate abbondante olio, rosolate la cipolla e l’aglio tritati, mettete le seppie e i calamari a striscioline, fateli insaporire per qualche minuto poi sfumate con il vino bianco; quando il vino sarà evaporato, regolate di sale e pepe, chiudete con il coperchio e cuocete dolcemente per 15 minuti.
Versate l’aceto, la conserva di pomodoro e un goccio di brodo di pesce o acqua calda, portate a ebollizione, regolate ancora di sale e pepe (se necessario) e aggiungete i pesci: iniziate da quelli più grandi per poi passare, dopo pochi minuti, a quelli più piccoli e delicati. Lasciate sul fuoco per circa 20 minuti. Da ultimo mettete le cicale, le cozze e le vongole che cuoceranno in poco tempo. A fuoco spento cospargete la zuppa con il prezzemolo fresco e servite con fette di pane abbrustolito.

La ricetta è gentilmente offerta da Laura Adani ed è tratta dalla suo libro Brodetto Mon Amour! Zuppe di pesce tradizionali e innovative

Titolo: Brodetto Mon Amour! Zuppe di pesce tradizionali e innovative
Autore: Laura Adani
Anno di pubblicazione: luglio 2018
Pagine: 128
Prezzo di copertina: 20,00 euro