Il vincitore per il concorso on line dedicato ad Artusi proclamato il 4 Agosto

Premio Pellegrino Artusi 200

 

Ricette in onore della Romagna – Toscana per il concorso on line dedicato ad Artusi
Il vincitore sarà proclamato il 4 agosto,nel bicentenario della nascita del grande Pellegrino

Diverse le domande arrivate per il concorso on line riservato a cuochi professionisti lanciato dalle associazioni Cuochi Romagnoli e Cuochi Firenze insieme a Casa Artusi per celebrare il 200° compleanno del grande gastronomo.

A rendere omaggio alla cultura e cucina artusiana, con particolare riferimento ai territori più rappresentati nella Scienza in Cucina, Romagna, terra di nascita, e Toscana, terra di adozione, cuochi da tutta Italia e anche dall’estero, il Giappone. Fra l’altro l’ultima traduzione del ricettario più famoso al mondo è proprio il giapponese, realizzata nel corso nel 2020.

Soddisfatto di questo esito Marco Frassante, vicepresidente della Associazione Cuochi romagnoli di Rimini e organizzatore dell’iniziativa. “Una risposta davvero significativa – spiega – soprattutto se si tiene conto che il concorso si svolge nel momento della ripresa delle attività e quindi di maggior impegno. Sono felice che i cuochi abbiamo aderito alla nostra proposta dimostrando il desiderio di rendere omaggio ad Artusi, nell’anno delle sue 200 candeline, nonostante il periodo non facile, anche per il nostro settore. D’altronde, dopo più di un secolo, il manuale di Artusi si dimostra ancora capace di ispirarci e stimolarci a cercare cose nuove, sempre nell’ottica di buon gusto e salubrità, a partire dalle materie,  prime perché la cucina, la buona cucina, è ricerca e studio continui”.

Ai partecipanti è stato richiesto di presentare un piatto da esposizione ispirato al ricettario artusiano e alla sua filosofia, inviando una foto accompagnata da una breve ricetta in stile artusiano (contenente, cioè, non solo il procedimento, ma il ‘racconto’ del piatto e, magari, qualche aneddoto). Piena libertà per la scelta della pietanza, ma con la tassativa richiesta di usare come base della ricetta ingredienti ‘poveri’ e di rispettare la stagionalità dei prodotti, come prescrive il decalogo della cucina artusiana.

Ora è al lavoro la giuria composta dai presidenti delle associazioni promotrici e da un rappresentante di Casa Artusi. Trattandosi di un concorso esclusivamente on line, non è prevista la degustazione. Quattro criteri di valutazione seguiti: si guarderà al rispetto del tema assegnato, alla tecnica di esecuzione, all’aspetto estetico e alla presentazione del piatto,  e infine alla capacità di raccontare la ricetta in modo sintetico e comprensibile, secondo lo stile del grande Pellegrino. Per ognuno di essi la giuria potrà assegnare da 0 a 25 punti, e chi otterrà il punteggio più alto sarà proclamato vincitore.
La proclamazione si terrà il 4 agosto, giorno del 200° compleanno del grande Pellegrino, con una diretta Facebook alle ore 17 sulla pagina dell’Associazione Cuochi Romagnoli.

Il premio per la vittoria consiste nell’ edizione del bicentenario de “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” e la famosa statuetta creata dall’artista di chiara fama Pasquale Marzelli che con cera e bronzo su piedistallo di pietra naturale ha prodotto il busto di Artusi rendendo ogni pezzo unico. L’opera è messa a disposizione dal Comune di Forlimpopoli.
Oltre a Casa Artusi, alle Associazioni Cuochi di Firenze, Forlì Cesena, Ravenna, Rimini e all’Academy Cooking Rimini, sostengono il concorso il Comune di Forlimpopoli, il Comune di Firenze, la Camera di Commercio della Romagna.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER