In viaggio tra i mulini di Romagna alla scoperta delle farine di qualità

farine di qualità

 

Chi va al mulino si infarina recita un proverbio popolare. La morale è che, chiunque si imbatta in un’impresa difficile, dovrà accettarne poi tutte le conseguenze.

Viaggio tra i mulini di Romagna

Oggi partiamo proprio da questo modo di dire comune, per accompagnarvi in un viaggio tra i mulini di Romagna, ma soprattutto per porre attenzione ad uno dei prodotti che arriva quotidianamente sulle nostre tavole: la farina.

Pensando al mulino, la nostra mente ritorna a tempi lontani, quando il contatto con la natura e l’ambiente era la regola. A dire il vero, il mulino è uno strumento tipicamente meccanico, utilizzato ancora oggi, dal cui lavoro nascono eccellenti farine con precisi parametri di qualità e spesso certificate biologicamente.

Sapevate che in Romagna esistono mulini a pietra che producono ottime farine con grani antichi? Per chi ancora non li conosce e volesse servirsene, ecco qui l’occasione per un individuare quello più vicino.

Forlì-Cesena

Cominciamo dal Molino Maraldi, a pochi passi dal cuore della città di Cesena. Qui potrete acquistare una linea di farine macinate a pietra, genuine, nutrienti e lavorate davvero a regola d’arte.

Seconda tappa Predappio, comune in provincia di Forlì-Cesena. Qui, percorrendo via S. Martino in Avello, si raggiunge il Molino Conficoni Ilario. In cima alle colline, in un contesto incontaminato, il piccolo mulino a pietra offre un’ampia scelta di farine tra cui farro, frumento duro o tenero, grano saraceno, kamut, mais, orzo e svariate altre.

Stessa provincia, ma paese diverso quello che ospita Il Regno delle Upupe, azienda agricola biologica a San Paolo in Acquiliano, a Civitella di Romagna. A grande richiesta, segnalato dai lettori il Molino Stefano Pransani di Sogliano al Rubicone in provincia di Forlì-Cesena.

Rimini

Mentre a Pennabilli, comune dell’entroterra riminese, tanto caro al poeta Tonino Guerra, il Molino Ronci, tramanda da anni la vera arte della macinatura a pietra naturale. Le farine non subiscono trattamenti di alcun tipo e rimangono naturali al 100%.

Sempre  in Valmarecchia troviamo il mulino della Cooperativa Valmarecchia Bio Natura  inaugurato in località Camparone a Ponte Messa di Pennabilli a gennaio del 2020. Le farine dei grani antichi della Cooperativa Valmarecchia Bio Natura sono già in utilizzo anche dalla Comunità di San Patrignano per la produzione di piadine e ‘grissinotti’ disponibili in 25 punti vendita di Cooperativa Alleanza 3.0

Ravenna

A Santo Stefano, in provincia di Ravenna, troviamo il Molino Benini, in attività dal lontano 1926. Il molino si è sempre stato conosciuto per la qualità delle proprie farine. Una tradizione che continua da quasi un secolo. Utilizza unicamente grano romagnolo che viene macinato con una procedura definita “macinazione lenta”, in modo da preservare al massimo le qualità naturali del cereale. Ora le farine di questo molino di trovano in vendita anche ai supermercati Coop.

Sempre in provincia di Ravenna –  a Coccolia –  c’è il Molino Spadoni. Fatto costruire nel 1455  dalla storica famiglia Pier Capponi è da allora che macina il grano. Dal 1923 il Molino si chiama Spadoni, quando Livio decise di acquistare lo storico Molino e di dare una nuova e marcata impronta all’attività. Oggi alle redini c’è il figlio Libero, che ha proseguito e ampliato l’attività, dando l’avvio ad una produzione di qualità che non manca mai di soddisfare anche i Clienti più esigenti.

Ad accomunare tutti questi mulini però, è un unico un fattore fondamentale la produzione di farine di alta qualità italiane. Se volete migliorare la vostra alimentazione non vi resta che provarle. Ricordate che le farine appena macinate, di provenienza sicura e a filiera corta, dovrebbero essere alla base della nostra alimentazione quotidiana.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER