Dove brillano le stelle in Romagna? La Guida Michelin 2016

guida Michelin 2016

 

In pubblico e con aria un po’ solenne, potremmo descrivervi la guida Michelin come uno strumento datato, settario, non sempre trasparente. Studiato ad hoc per creare seguaci veneranti, con giudizi scritti nella pietra come fossero comandamenti.

In privato tuttavia, al riparo da sguardi indiscreti, anche noi siamo un po’ curiosi e in un certo qual modo “Michelin-victims”. Se vi riconoscete in quanto appena detto rimanete qui e leggete attentamente. Stiamo per darvi i risultati della Guida Michelin 2016, con particolare riguardo alle stelle che brillano in Romagna.

Prima però, per chi non lo sapesse, iniziamo con qualche curiosità legata alla storia. La Guida Michelin fu ideata nel 1896 dai fratelli Édouard e André Michelin, fondatori della omonima azienda di pneumatici. Quasi per gioco, iniziarono a redigere un piccolo breviario per rendere più piacevole lo spostamento degli automobilisti francesi dell’epoca. Il piccolo libretto conteneva diverse informazioni: stazioni ferroviarie, medici e farmacisti, meccanici e benzinai, e naturalmente gommisti, collocati in 2000 località. Ma fu proprio nel 1900 che gli “autisti” francesi delle prime vetture ebbero in regalo il piccolo libretto di 400 pagine con la copertina rossa che a tutti gli effetti si può considerare la “prima stesura” della famosa guida.

Con il tempo la pubblicazione fu arricchita di informazioni: dove dormire e dove mangiare. Fecero la loro comparsa le stelle che però facevano riferimento alla categoria di prezzo e non alla qualità. Il seguito è storia nota. Ora la guida Michelin è diventata un punto di riferimento per viaggiatori, amanti del buon cibo e del buon vino.

Per tornare ad oggi ecco i numeri della nuova Guida Michelin 2016, presentata a Milano. 24 new entry tra gli stellati, 8 conferme nell’Olimpo delle tre stelle, 28 con due e 288 con una. Ma, come promesso, veniamo ora alla Romagna.

Iniziamo dai ristoranti del Circuito Gastronomico Romagna a Tavola che hanno confermato la luminosità delle loro stelle. Partiamo dalla vetta del monte Titano con il Ristorante Righi di San Marino, che avvalora con orgoglio la sua stella Michelin.

Da qui ci spostiamo a Imola, in provincia di Bologna, dove al ristorante San Domenico brillano due stelle. Facciamo poi una sosta a Torriana, piccolo comune sulle colline di Rimini, dove il ristorante Povero Diavolo apre le sue porte con una stella Michelin.

In riviera, a Cesenatico, Magnolia e La Buca servono, con una stella Michelin, il profumo del pesce e la magia del mare. Un’altra stella è quella che splende al ristorante Guido, sulle calde spiagge di Miramare, a Rimini; mentre a Pennabilli, città tanto cara a Tonino Guerra, il ristorante “Il Piastrino” conferma la sua professionalità con una stella Michelin.

In Romagna? Tradizione, gusto e tante stelle!


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER