Le castagne, tanta sana energia… per chi non sa stare fermo!

Caldarroste

Le castagne. Alzino le mani quelli di voi a cui, vedendo un bel camino acceso, non viene in mente una padella bucherellata con delle scoppiettanti caldarroste. Per chi segue una dieta, l’autunno può essere un periodo difficile, l’appetito aumenta in risposta a un consumo energetico maggiore dell’organismo dovuto al freddo, in aggiunta si trascorre più tempo in casa, luogo di tentazioni.

Con il cambio di temperatura viene davvero voglia di coccolarsi con un caldo vin brulé e qualche castagna, entrambi non proprio alleati della linea.

Le caldarroste, proprio per via della cottura, perdono acqua, e 100 grammi corrispondono a ben 193 kcal, che possono essere smaltite unicamente con un ora di camminata a passo medio. Pur essendo considerati frutti, le castagne in realtà sono paragonabili a cereali e patate, proprio per l’elevato contenuto di carboidrati pari all’84 % della loro composizione totale. Come rovescio della medaglia hanno però una buona porzione di fibra che aiuta l’intestino e la sua motilità.
Dal punto di vista nutrizionale, le castagne sono un alimento di elevata qualità grazie alla presenza di sali minerali, in particolare: potassio, fosforo, zolfo, magnesio, calcio, ferro e vitamine (C, B1, B2 e PP).

Il loro alto valore energetico può essere sfruttato da chi pratica sport e da chi è in continuo movimento. Se ben cotte, sono inoltre un alimento facilmente digeribile, in quanto, durante la cottura, l’amido di cui sono ricche si trasforma in zuccheri semplici, non sono quindi consigliate ai diabetici. Dall’altro lato però, essendo naturalmente prive di glutine, possono essere tranquillamente consumate dai celiaci.

Le castagne sono utilizzate come ingredienti di numerose ricette dolci e salate e, una menzione speciale merita la farina di castagne, molto particolare e dal retrogusto un po’ amarognolo. Quest’ultima si presta a diverse preparazioni tra le quali la pizza con farina di castagne è davvero ottima. È un po’ dispendiosa da acquistare ma, proprio perché le castagne sono ricche in carboidrati, rappresenta un’ottima alternativa alle farine ottenute dalla macinazione di cereali ritenuti più nobili soprattutto per coloro che sono soliti consumare farine bianche.

La farina di castagne inoltre è un alimento importante in termini nutrizionali, grazie al discreto contenuto in proteine (6,1 g/100 g di prodotto) e perché può vantarsi del patrimonio di sali minerali e vitamine prima descritto per le castagne.

In definitiva, amanti delle castagne, se volete mantenere la linea, concedetevele con parsimonia e abbinatele al piacere di una sana camminata all’aria aperta!


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER