Appunti di degustazione: Locanda Liuzzi a Cattolica

Non lontano dal lungomare di Cattolica, la più genuina fra le cittadine romagnole che si affacciano sull’Adriatico, sorge da 20 anni la Locanda Liuzzi, luogo che unisce l’alta ristorazione al sapore casalingo e caloroso dei pranzi familiari. In occasione del ventennale abbiamo fatto visita allo chef e patron della locanda, Raffaele Liuzzi, per degustare un menù centrato sulle sue origini pugliesi e le sue fascinazioni romagnole, che racconta due grandi culture dell’Adriatico.

Comprendiamo già dagli ambienti l’impronta spensierata, anche ludica, della cucina della Locanda Liuzzi. Collane di cucchiaini fungono da separé alle finestre, e le tazzine da caffè diventano lampade. Il tutto senza rinunciare all’eleganza calda dei tavolati in legno, del bianco e del nero, del camino in cui brillano lumi di candela.

Apriamo la degustazione con il Benvenuto della Casa: Baccalà mantecato, ricotta acida, albicocca selvatica e spugna alle erbe con maionese di acciughe. La commistione di ricotta e albicocca bilancia il dolce e l’acido, mentre si spande nel palato il gusto morbido e rotondo del baccalà; la spugna alle erbe, soffice, dona sentori vegetali, mentre la maionese di acciughe aggiunge salinità e grassezza. Un benvenuto che si fa immediatamente notare per l’insospettabile equilibrio e la generosità.

 

Locanda Liuzzi - Cattolica - Benvenuto della Casa
Benvenuto della Casa

 

Quindi un primo antipasto: Ostrica Poché, con rape rosse marinate in osmosi, salsa tzatziki e crumble di passatelli. Le rape dolci, tagliate finemente, smorzano appena l’intensità salina dell’ostrica, che si fa persistente al palato. La consistenza cremosa della tzatziki si alterna alla friabilità del passatello, per un mix davvero sconvolgente. Un ingrediente ricco (l’ostrica) ne sposa uno povero (il passatello), un po’ come succede nelle favole, ma qui il lieto fine è nel piatto.

 

Locanda Liuzzi - Cattolica - Ostrica Poché
Ostrica Poché

 

Il secondo antipasto è la Ricciola Affumicata “Fai da Te”, servita con frappé di squacquerone, albicocche secche e granita di cetrioli. L’abbinamento pesce-formaggio sembra qui invertito, perché l’intenso sapore fumé della ricciola viene in qualche modo accarezzato dal frappé, mentre l’albicocca regala in un colpo solo il dolce e il croccante. A ripulire la bocca, una freschissima granita al cetriolo dalle note gradevolmente acidulate.

 

Locanda Liuzzi - Cattolica - Ricciola Affumicata “Fai da Te”
Ricciola Affumicata “Fai da Te”

 

Arriviamo quindi al primo, i Tortelli “Giocando e Pescando a Cattolica”, ognuno ripieno di un pesce diverso (di gamberi, canocchie, cozze, vongole, sarde e sogliole), ricoperti da una schiuma che imita il frangersi delle onde. La logica è la stessa della pesca: sai dove vai ma non sai quel che peschi. È un primo dal gusto deciso, marinaro, sorprendentemente leggero per una pasta ripiena, con note aromatiche di iodio e basilico. La vista gioca col gusto, in una composizione evocativa che davvero regala quasi l’illusione, o il ricordo, di giornate passate a pesca, o a passeggiare sul molo.

 

Locanda Liuzzi - Cattolica - Tortelli “Giocando e Pescando a Cattolica”
Tortelli “Giocando e Pescando a Cattolica”

 

Ci piacerebbe continuare a lungo, ma siamo quasi sazi e ormai pronti per il dolce, Terra Mia: un dolce espressionista, dai colori accesi e autunnali. Protagonista il gelato di mandorle, amplificato dall’origano, bagnato in un succo di fichi d’india, con olive, ricotta di pecora, limone candito e olio extravergine. Un piatto che racconta i prodotti e gli aromi delle masserie pugliesi, nessuno escluso (“Manca solo il cane che abbaia”, scherza chef Raffaele Liuzzi).

 

Locanda Liuzzi - Cattolica - Dessert Terra Mia
Dessert Terra Mia

 

È quasi l’ora di tornare a casa. Ringraziamo Raffaele per l’ospitalità e ci congediamo già con un po’ di nostalgia. Ma oltre all’ottima degustazione, abbiamo guadagnato qualcosa in più: la certezza che qui alla Locanda Liuzzi saremo sempre i benvenuti.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni!
📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER