Luca Gardini: ecco i migliori vini italiani del 2022 secondo “The Wine Killer”.

Nativo di Cervia, classe 1981, Luca Gardini è il plurimpremiato sommelier, critico e “assaggiatore” noto sul web -e non solo- col nickname “The Wine Killer”: in un’ opera magistrale di diffusione di conoscenze e di esperienza sul campo, svolta via social e tramite portale www.lucagardini.com, Luca Gardini ci conduce in un viaggio di gusto ed emozioni in giro per l’ Italia e per il mondo.

“Wine killer” perché Gardini è capace di riconoscere un vino “alla cieca”: un olfatto ed un palato che sono forse irraggiungibili in
termini di sensibilità e di raffinatezza e come si legge in un’ intervista rilasciata a Vanity Fair lui stesso ammette: “Ho grande memoria olfattiva. E istinto: un vino lo capisci nei primi 30 secondi, quelli che ci stanno a pensare tre ore stanno brancolando. Poi ci vuole
fortuna».
Ma tornando alla storia di Luca Gardini, che è davvero un “idolo” nel mondo del vino e della degustazione, sappiamo di lui che oltre ad essere un talento “illuminato” in questo campo, è anche figlio d’arte. La storia personale incide sempre. E in questo caso, non
deve essere una coincidenza il fatto che Gardini senior sia stato Miglior sommelier in Italia nel 1993. Luca lo diventa appena 11 anni dopo e non esiterà molto più tardi ad essere eletto Miglior sommelier d’Europa, poi Ambasciatore del metodo classico italiano e
(perché no?) nel 2010 Miglior sommelier del mondo, nella competizione della WSA (Worldwide Sommelier Association) a Santo Domingo dove a soli 29 anni ha dimostrato tutte le sue doti, sbaragliando 14 professionisti provenienti da ogni parte del mondo. E
infine, per i successi ed i traguardi raggiunti, è nominato Cavaliere dell’Ordine Al Merito della Repubblica Italiana.
Quest’ anno ha invece ricevuto il prestigiosissimo riconoscimento dalla rivista Tastingbook.com, aggiudicandosi il premio Bmw – Best Italy Wine Critic of the World2022. Che dire? Un mito.
Una storia fatta sì, di passione, di competenza e di immenso talento, ma anche e soprattutto di esperienza e di studio sfrenato. Luca Gardini comincia da adolescente a farsi le ossa nel famosissimo ristorante “Enoteca Pinchiorri” di Firenze, con cantina considerata tra le
prime al mondo e in seguito ha iniziato la collaborazione con lo Chef Carlo Cracco nel noto ristorante di Milano, durata fino al 2011. A d oggi grande e poliedrico comunicatore enoico, collaboratore per riviste e quotidiani, opinionista in eventi e manifestazioni, si fa
portavoce del Mondo del Vino in Italia e nel mondo . Ecco che dunque con Andrea Grignaffini della rivista “Spirito di Vino” ha ideato i Best Italian Wine Awards : i 50 migliori vini italiani (elenco tratto da Forbes) .

Brunello di Montalcino Riserva Cerretalto 2016 Casanova di Neri

Brunello di Montalcino Riserva La Mannella 2016 Cortonesi

Brunello di Montalcino Riserva 2016 Canalicchio di Sopra

Brunello di Montalcino 2017 Le Potazzine

Brunello di Montalcino Vigna Colombaiolo 2017 Tassi

Brunello di Montalcino Riserva Mercatale 2016 Ridolfi

Brunello di Montalcino Riserva 2016 Capanna

Barolo Monvigliero 2018 G.B. Burlotto

Barolo Ester Canale Particella 251p dell’antica Vigna Rionda 2018 Giovanni Rosso

Barolo Riserva Vigna Elena 2016 Elvio Cogno

Barolo San Rocco 2018 Azelia

Barolo Cerequio 2018 Boroli

Barbaresco Cascina Crosa 2018 Pasquale Pelissero

Barbaresco Fausoni 2019 Sottimano

Toscana Saffredi 2020 Fattoria Le Pupille

Venezia Giulia Malvasia Collezione di Famiglia 2021 Ronco Dei Tassi

Franciacorta Dosaggio Zero Cabochon Doppiozero Monte Rossa

Franciacorta Pas Dosé Grande Cuvée Alma Bellavista

Toscana Oreno 2020 Tenuta Sette Ponti

Val d’Arno di Sopra Merlot Vigna Galatrona 2020 Petrolo

Trebbiano d’Abruzzo Fosso Cancelli 2020 Ciavolich

Etna Bianco Doc Zottorinotto 2020 Tornatore

Terre Siciliane Igt Salealto 2019 Cusumano

Alto Adige Chardonnay Riserva Troy 2018 Cantina Tramin

Toscana Petra 2018

Alto Adige Pinot Nero Ludwig Barth Von Barthenau Vigna Roccolo 2017 Hofstatter

Costa d’Amalfi Furore Bianco Fiorduva 2019 Marisa Cuomo

Aglianico del Vulture Sceg 2019 Elena Fucci

Vermentino di Gallura Superiore Fiore del Sasso 2020 La Contralta

Sicilia Saia 2019 Feudo Maccari

Chianti Classico 2020 Castello di Albola

Vigneti delle Dolomiti San Leonardo 2017

Chianti Classico Gran Selezione Badiòla 2019 Mazzei – Castello di Fonterutoli

Chianti Classico Riserva 2019 Volpaia

Toscana Migliorè 2018 Vallepicciola

Venezia Giulia Ribolla Gialla 2018 Paraschos

Toscana Sassoalloro Oro 2020 Tenuta Castello di Montepò

Toscana Solengo 2020 Argiano

Marsala Vergine Riserva 2008 Florio

Paestum Fiano Pian di Stio 2021 San Salvatore

Alghero Cabernet Riserva Marchese di Villamarina 2016 Sella & Mosca

Toscana Rosso I Sodi di San Niccolò 2018 Castellare di Castellina

Vino Nobile di Montepulciano 2019 Cantine De’ Ricci

Bolgheri Doc Sassicaia 2019 Tenuta San Guido

Toscana Rosato A 2021 Fattoria Aldobrandesca

Amarone Della Valpolicella Riserva Lilium Est 2012 Tenuta Sant’Antonio

Toscana La Pineta 2020 Podere Monastero

Franciacorta Dosage Zero Vintage Collection 2017 Ca’ del Bosco

Valdobbiadene Prosecco Superiore Tridik Quota 430 Colesel

Rocca d’Orcia Villaggio 2020 Podere Forte

 

Giulia Tellerini

( Foto di Luca Gardini tratta da https://gardininotes.com/ )