Oggi in tavola il coniglio alla cacciatora: gustoso e genuino!

Coniglio-alla-cacciatora

 

In Romagna la tradizione rurale dovrebbe rimanere sempre viva, non solo nei ricordi, ma anche in quello che si serve a tavola. Spesso ci dimentichiamo di alcune pietanze che, al contrario, vale la pena di inserire nella nostra alimentazione come la carne di coniglio.

Si tratta di una carne estremamente magra e poco calorica con un’alta percentuale di proteine. Non teme confronti neppure dal punto di vista del gusto e della tenerezza, una delle ragioni per cui è consigliata sia nelle preparazioni di piatti per i più piccoli, sia in ricette più sofisticate.
Facilmente digeribile la carne di coniglio è davvero adatta a tutti anche per l’alimentazione di sportivi e salutisti, a meno di non essere vegetariani… ovviamente!
Si può preparare arrosto, tagliato a pezzi e cotto in forno a 180° per 45 minuti circa, condito con poco olio, aglio, rosmarino e altre spezie, oppure in umidoalla cacciatora – come la ricetta che vi propongo oggi.

Ingredienti per 4 persone:

1 coniglio tagliato pezzetti
4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
½ cipolla,
2 spicchi d’aglio,
1 rametto di rosmarino,
2 pomodori rossi maturi tagliati grossolanamente,
1 bicchiere di vino bianco secco.

Preparazione

In un tegame (meglio se di coccio) fate rosolare con l’olio la cipolla tritata e l’aglio intero quindi toglieteli e mettete nel tegame il coniglio. Quando è ben rosolato da tutti i lati, aggiungete la cipolla e l’aglio che avevate messo da parte in precedenza, uniti ai pomodori ed al rosmarino, salate e pepate q.b.. Fate cuocere a fuoco medio aggiungendo il mezzo bicchiere di vino per una decina di minuti. Proseguite poi la cottura a fuoco molto basso per un’ora, un’ora e mezza almeno, il coniglio deve essere ben cotto e tenero. Se fosse necessario, per non fare addensare troppo il fondo di cottura, aggiungete un mestolo  di acqua calda.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER