L’Olio di Palma? Assolto: specialmente se è Rosso

Olio di palma

 

L’olio di palma è da sempre uno degli ingredienti più utilizzati nella cucina dell’Africa Occidentale. Con il suo crescente consumo e la diffusione su scala globale nel corso del 20° secolo, l’olio di palma è diventato, però, a tutti gli effetti un ingrediente alimentare piuttosto comune nelle diete di tutto il mondo.

Essendo un olio particolarmente economico, è stato usato in dosi massicce e su larga scala dalle multinazionali dell’industria alimentare. Il suo impiego frequente in cibi di qualità scadente, votati a un’ampia commercializzazione, ha forse favorito la diffusione della convinzione che l’olio di palma sia nocivo per la salute e addirittura in grado di suscitare particolari patologie.

Niente di più falso: questo è il verdetto degli esperti. Durante una conferenza scientifica tenutasi a “Food Mood” nell’ambito di “Terra Madre Salone del Gusto”, presidiata dalla camera di commercio torinese e dall’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, è stato dichiarato che nessuna evidenza scientifica supporta la credenza diffusa secondo cui l’olio di palma è pericoloso per la salute.

Anzi, l’olio di palma presenta una notevole resistenza all’ossidazione, e impedisce quindi la formazione di sostanze che a lungo andare si rivelano dannose per l’organismo. L’olio di palma rosso è però considerato migliore e più sano di quello incolore, che deve la trasparenza a un processo di raffinazione industriale.

L’olio di palma rosso, essendo grezzo, mantiene molte positive proprietà che vengono perse con la raffinazione: in primo luogo i carotenoidi, ideali per chi ha carenza di vitamina A, poi la rara vitamina Q e la vitamina E. Si ritiene anche, per quanto ancora non sia stato provato, che l’olio di palma rosso abbia effetti anti-microbici.

Insomma l’olio di palma non è un danno, ma una potenziale risorsa, sia in chiave alimentare che in ottica della salute. Purchè non sia raffinato, e mantenga integri i propri principi nutritivi. In merito alla sostenibilità ambientale delle coltivazioni, bisognerebbe aprire un altro capitolo…


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER