Osteria della Sghisa a Faenza: cibo casalingo e ospitalità… per sentirsi a casa!

Osteria della Sghisa - Faenza

 

L’Osteria della Sghisa è un posto accogliente e particolare: la trovate in un vicolo nascosto del centro di Faenza. Per i Clienti si presenta ogni volta come una nuova scoperta, ma allo stesso tempo fedele a sé stessa, per la genuinità e la cortesia che la contraddistinguono.

Il nome del locale deriva dal termine dialettale romagnolo “sghisa”, che significa avere “una gran fame” di cose buone, e non necessariamente, sono cose da mangiare.

La definizione di osteria nasce invece dal concetto di ospitalità dei proprietari, e si ispira ai tradizionali luoghi di ristoro per i viandanti, nei quali si cerca la compagnia e la convivialità, dove il buon cibo e un bicchiere di vino non mancano mai.

La suggestiva location, caratterizzata da muri in pietra e soffitti a volta in mattoni a vista, è ricavata da un pagliaio del 1400, trasformato poi in uno scantinato e diventato oggi in un locale rustico ed accogliente con una vena artistica.

Qui opere d’arte di design ed arredamento di recupero si sposano tra loro in un connubio originale e a tratti scanzonato. Ad accogliere gli ospiti Andrea, oste da anni con una grande passione per il proprio lavoro. Internamente accogliente e versatile, l’Osteria della Sghisa è adatta a diverse occasioni, con le sue due sale e la zona bar ad uso polivalente.

Ambizione dei proprietari è portare a tavola piatti casalinghi preparati seguendo le ricette della nonna, un modo per far sentire ogni cliente come a casa, coccolato dall’atmosfera cordiale e sincera.

La cucina è tipicamente romagnola con piatti della tradizione e alcune rivisitazioni, abbinata a vini locali del territorio. Il menù è semplice e di facile lettura, per dar modo ad ogni ospite di comprendere chiaramente i tipi di preparazioni e la presenza di particolari allergeni. Sono infatti riportati i simboli che evidenziano in modo chiaro i piatti vegetariani, vegan e gluten free.

Il menù è modificato ogni due mesi circa, in accordo con la stagionalità delle materie prime.
Senza ombra di dubbio, la proposta gastronomica dell’Osteria della Sghisa esprime tutto l’amore per la Romagna privilegiando produttori locali, prodotti tipici e lavorazioni classiche come la sfoglia tirata al mattarello, pasta, pane e piadina fatti in casa. Non mancano piatti antichi della cultura gastronomica romagnola come la Trippa in umido o i Cappelletti verdi ripieni con coniglio arrosto e salsa al Sangiovese.

Fedele a questo spirito sono anche le intitolazioni delle diverse parti del menù, scritte in dialetto romagnolo: si va dal “Caves la voja (per taglieri di affettati e formaggi e piadine stese) a “Par cminzer” (per gli antipasti), per passare a “La solita mnestra”(per primi), e “Aspeta un sgond” (per secondi), senza dimenticare “Ciapa lì” (per i contorni) e per finire “Boca dolza” (per i dolci).

La carta dei vini è coerente con le specialità del menù, presenta infatti principalmente vini locali con qualche eccezione.

Il progetto per l’immediato futuro? Riuscire ad organizzare nel 2022 una grande festa in occasione del ventennale di attività del locale!


Rimani aggiornato sulle Manifestazioni!
📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER