Osteria La Baita a Faenza: la passione di Fabio Olmeti

Osteria Enotena La Baita - Faenza

 

Dal 1975 l’Osteria Enoteca La Baita nel centro storico di Faenza, a poche centinaia di metri dal Museo Internazionale delle Ceramiche, è un punto di riferimento per i suoi vini, i suoi salumi e i suoi formaggi.

È la storia della passione della famiglia Olmeti, oggi rappresentata da Fabio, figlio dei fondatori Rosanna e Roberto. La qualità, l’accoglienza e lo speciale rapporto con i clienti sono i punti chiave del successo del locale, amato dai faentini ma anche da chi viene da fuori comune o persino dall’estero.

“Oggi i clienti dell’enoteca sono in gran parte quelli dell’osteria”, spiega Fabio. “Si tratta di turisti stranieri che si portano a casa un vino del territorio, persone che, tra una chiacchiera e l’altra, assaggiano i nostri prodotti e poi li acquistano. In generale, il mercato del vino viaggia molto sull’online e nella grande distribuzione quindi ci differenziamo curando con particolare attenzione il rapporto con il cliente”. Un rapporto e un’offerta enologica e gastronomica che piace molto ai faentini, ma soprattutto (circa il 60%) da chi viene da fuori comune. “Negli ultimi anni è cambiato molto il turismo a Faenza”, racconta Fabio. “Il museo delle ceramiche sta attirando persone provenienti dal Belgio, dall’Olanda, dalla Francia. La città è circondata da bellissime colline, perfette per chi vuole fare percorsi in bicicletta. E poi, da Faenza, si ha la possibilità di girare, di visitare Ravenna per esempio, e fare interessanti esperienze enogastronomiche”.

 

Bottega Osteria Enoteca La Baita - Faenza
Osteria Enoteca La Baita: la bottega

 

E uno dei luoghi del gusto della Romagna è sicuramente l’Osteria Enoteca La Baita, una bottega specializzata, dove trovare pasta, olio extravergine, conserve, sottolio, prodotti tipici, ma anche una salsamenteria che punta alla tradizione e al territorio senza dimenticare di guardarsi attorno per scovare le migliori eccellenze del settore.

Soprattutto nell’ultimo periodo stiamo dando un maggior spazio alle referenze locali”, dice il titolare. “La proposta al tavolo fino a settembre, ma magari anche oltre, sarà quindi prevalentemente di vini romagnoli e si cercherà di aiutare le aziende di prodotti gastronomici e materie prime locali”.

Se il vino è prevalentemente legato al faentino e alla Romagna, il menu dell’osteria offre panorami diversi. “Non facciamo la classica grigliata mista che si mangia di solito in Romagna, ma seguiamo la politica dell’ingrediente di qualità e di stagione”. Attenzione che ha garantito a La Baita di Faenza di venire menzionata nella guida Osterie d’Italia da Slow Food. La carta cambia così ogni 15 giorni per seguire la stagionalità dei prodotti, proposti “senza troppi merletti” per valorizzarne al massimo la qualità. “Cerchiamo di proporre i piatti nel modo più semplice possibile”, sottolinea Fabio. Dalla pasta imperiale con piselli, prosciutto, rosmarino e cacio alla battuta di manzo e zucchine scapece per un totale di circa 12 proposte fresche, preparate di giorno in giorno. “Il menu prevede solitamente due antipasti, cinque primi e cinque secondi”, aggiunge Fabio.

Il tutto affiancato dalle specialità del reparto gastronomia, disponibili anche al tavolo.

“Abbiamo un centinaio di salumi e 120 formaggi nazionali e non, che variano sempre a seconda della stagionalità. Ci sono poi sottolio, piatti freddi, salmone e pesce spada affumicato, acciughe del Cantabrico, petto d’anatra, foie gras, tartufi e molto altro ancora”. Proprio per offrire quel rapporto speciale con il cliente, uno dei punti di forza dell’osteria La Baita, c’è la possibilità di vedere esaudite le proprie voglie gastronomiche.

Se quindi cercate un prodotto che non è presente in bottega, cercheranno di trovarlo per soddisfare ogni esigenza. Un’attenzione che solo chi ama il proprio lavoro, come Fabio Olmeti, può offrire.

Osteria Enoteca La Baita
Via Naviglio, 25/C – 48018 Faenza (RA) –

21.06.2021
Carlotta Mariani


Rimani aggiornato su Ricette e Offerte Speciali dei Locali! 📨 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER