La Braciola di mora romagnola al Sangiovese

Braciola di maiale con cipolla e riduzione al vino rosso

 

La Braciola di Mora romagnola al Sangiovese è il matrimonio perfetto tra prodotti tipici della nostra terra.

Se vi doveste imbattere in un allevamento di questo tipo di suini non fareste fatica a riconoscerlo grazie al pelo marrone scuro tendente al nero caratterizza la Mora romagnola. Ed è proprio dovuta alla peculiarità  data dal colore del mantello che, a questa razza  nel 1942 è stato attribuito il nome  di “Mora”.

La sua carne si distingue per l’inconfondibile sapore più selvatico e speziato rispetto ai suini comuni. Si tratta infatti di una razza pregiata che costituisce un ideale anello di congiunzione fra suino e cinghiale.

La ricetta che vi proponiamo oggi è davvero semplice da preparare ed il risultato è assolutamente gustoso e molto apprezzato.

Ingredienti:

7/8 scalogni
4 braciole di Mora Romagnola
farina
1 bicchiere di Sangiovese superiore
olio qb
sale qb

Preparazione

In una padella antiaderente scaldate l’olio e mettete a rosolare gli scalogni affettati e le braciole di maiale leggermente infarinate.
Quando la cipolla sarà ben rosolata e la carne avrà un colore dorato, versate il bicchiere di Sangiovese superiore e lasciatelo sfumare sul fuoco per alcuni minuti, girando la carne più volte. A cottura ultimata servite le braciole ben calde accompagnate dagli scalogni e dal fondo cottura fatto addensare.


Richiedi il PDF della ricetta QUI* >> 
(*) Inoltrando la richiesta accetti l’iscrizione alla Newsletter di Romagna a Tavola
L’invio del Pdf è manuale e nel week-end potrebbe essere ritardato rispetto alla richiesta. Consigliamo di inoltrare la richiesta con largo anticipo (8-12 ore prima) rispetto all’orario desiderato.


Rimani aggiornato sulle “nuove” ricette della tradizione!
📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Icona Romagna a Tavola