Ossobuco alla Romagnola - by Carmelita Cookitaly

fonte immagine: www.cookitaly.com

 

L’ossobuco era uno dei tipici piatti della cucina povera, di coloro che si dovevano accontentare di questo taglio del manzo, decisamente non pregiato, per poter mangiare un poco di carne. Se la più famosa ricetta per prepararlo è quella milanese, anche in Romagna l’ossobuco fa parte della cucina tradizionale, ma con una preparazione notevolmente diversa. Ecco qui la ricetta dell’ossobuco in umido alla romagnola

Ingredienti per 4 persone

4 ossibuchi
1 carote
1 costa di sedano
1 mazzo prezzemolo
1 cipolla
1 bicchiere di vino bianco
1 acqua
2 cucchiai di salsa di pomodor0
noce di burro
sale qb
pepe qb

Preparazione

Tritate finemente le verdure e fatele soffriggere con il burro in una casseruola adatta alle lunghe cotture. Se non lo ha già fatto il macellaio, con un coltello ben affilato praticate dei piccoli tagli lungo i bordi degli ossibuchi, in modo che non si arriccino in cottura. Infarinateli e metteteli a rosolare molto bene da ogni lato.
Quando il fondo del tegame risulta quasi asciutto, aggiungete il bicchiere di vino bianco. Appena sarà ben evaporato, salate e pepate gli ossibuchi, quindi aggiungete al tegame un bicchiere di acqua caldissima all’interno della quale avrete sciolto due cucchiai di salsa di pomodoro.

Chiudete il tegame con il coperchio, abbassate la fiamma e portate lentamente a fine cottura (circa 45 minuti, anche un’ora se avete più tempo a disposizione). Vigilate sempre che il fondo cottura non asciughi e se occorre aggiungete acqua calda.

Terminata la cottura, servite gli ossibuchi cosparsi con un trito fine di prezzemolo.


Rimani aggiornato sulle prossime ricette!📨 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER