I Passatelli in brodo

I Passatelli in brodo

 

Probabilmente i Passatelli in Brodo sono il più caratteristico tra tutti i piatti romagnoli. Quasi sicuramente la loro origine è da ricondurre alla Tardura, piatto a base di uova, formaggio e pangrattato che veniva riservato alle donne nel periodo post partum.
Col tempo è diventato un piatto dei periodi di festa che affianca o sostituisce i più noti Cappelletti.
Nelle rivisitazioni moderne i passatelli non vengono serviti solamente in brodo di carne, ma sono utilizzati in abbinamenti più originali: col tartufo, in brodo di pesce, con speck e panna e chi più ne ha più ne metta.
Di seguito però troverete la ricetta classica dei passatelli in brodo, così come la preparavano e la gustavano i nostri avi.

Ingredienti

150 g. di parmigiano grattugiato
150 g. di pangrattato
3 uova
noce moscata
brodo di carne
sale

Preparazione

Amalgamare le uova con il formaggio, il pangrattato, sale e una grattatina di noce moscata, fino a ottenere un impasto omogeneo. Tagliarlo in pezzi, alti circa 3 cm e schiacciare con l’apposito attrezzo, facendo cadere i passatelli direttamente nel brodo di carne bollente. In un paio di minuti sono cotti (appena affiorano in superficie come per gli gnocchi). Servirli nel brodo caldo.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER