Un pizzico di rosa in cucina… fa bene alla salute!

Sale Rosa dell'Himalaya

Questo week end tutta la Riviera Romagnola si tinge di rosa ed ecco qui un buon motivo per metterne un pizzico anche nella nostra cucina: il Sale Rosa Hymalayano!
Questo sale deriva da formazioni cristalline di origine sedimentarie che risalgono a oltre 250 milioni di anni fa.

La sua particolare struttura molecolare deriva dalle fortissime pressioni generate dalle montagne dell’Himalaya che hanno permesso a questo sale di assorbire e inglobare oltre 84 minerali e oligoelementi preziosi per l’organismo.

È un alimento con un elevato grado di purezza, non subendo i processi di raffinazione a cui invece è sottoposto il normale sale da cucina. La sua tipica colorazione rosa gli viene conferita dall’elevata presenza di ferro, ma contiene anche magnesio, zinco e calcio.

La preziosità dei suoi elementi lo rendono non solo più nobile di qualsiasi altro sale ma, non essendo costituito unicamente da cloruro di sodio – come il sale bianco raffinato – a parità di grammi utilizzati, viene ingerito molto meno sodio, responsabile di ritenzione idrica, ipertensione e insufficienza renale.

Il profilo di minerali del sale dell’Himalaya lo rende utile anche per uso esterno, come scrub per il corpo, applicato su garze come antifungino e antibatterico naturale e per rigeneranti pediluvi . Ottimo anche come sale da bagno: i suoi minerali e gli ioni negativi penetrano facilmente nella pelle, producendo un effetto depurante e disintossicante che rinfresca e rinvigorisce per ore dopo l’utilizzo.

Il sale è uno degli elementi principali nella dieta quotidiana di chiunque. Pur non essendone consapevoli lo troviamo quasi dappertutto, in qualsiasi alimento e dunque almeno nelle nostre cucine utilizziamo un sale di qualità!

Per approfondimenti e consulenze:
Dott.ssa Giulia Baroncini – Nutrizionista
email: giulia.baroncini@romagnaatavola.it