Appunti di degustazione: Trattoria La Campagnola – Misano

Trattoria La Campagnola

 

Trattoria La Campagnola - Misano

 

Descrivere l’essenza e le caratteristiche di un locale non è per nulla semplice. Non è facile, a parole, far capire l’atmosfera che si respira all’interno.

La Trattoria La Campagnola di Misano si presenta come un luogo informale, frequentato da gente del posto per la naturalezza e l’abbondanza dei piatti. È un ambiente familiare, non rigido né ingessato, dove l’autenticità è di casa.

Il locale è molto semplice. Pareti bianche, lampade ricavate da un colapasta rovesciato, olio, sale e aceto contenuti in latte di alluminio e apparecchiatura altrettanto semplice. Tutt’intorno, appesi ai muri, strumenti agricoli di una volta che ricordano il passato contadino e popolare. E’ il ristorante dei ricordi, della passione, del cuore. Sembra di stare a casa della nonna. Tutto casareccio. Nessuna creazione intellettuale né sperimentazioni. Qui vi si trovano i sapori di una volta. Tradizionale e senza troppe aspettative. La parola d’ordine è semplicità, con coerenza stilistica, comportamentale e di contenuti.
Nessuna scomposizione e destrutturazione ma genuinità di presentazione e degli ingredienti.

Ricorda la trattoria di quando si era giovani, dei giorni in cui si prendeva la vespa e ci si fermava in posti schietti a bere un buon bicchiere di vino e mangiare un piatto di pasta.

Il piccolo menu propone piatti ispirati alla tradizione, freschi e cotti al momento. Ci accompagnano nella degustazione Luigi e Monica, coniugi nonché titolari e oltretutto due persone estremamente gentili, accoglienti e nello stesso tempo riservati.

Monica mi propone un tris di primi presentati in cocci di terracotta. Dagli “Gnocchetti con fiori di zucca, pomodorini e pancetta croccante” agli “Strozzapreti con salsiccia, riduzione al Sangiovese e crema di squacquerone” fino ai “Ravioli di ricotta e spinaci conditi con noci e radicchio”.

 

Tris di primi - Trattoria La Campagnola - Misano
Tris di primi – Trattoria La Campagnola – Misano

 

La pasta, cotta al punto giusto, si sente che è sapientemente tirata a mano. I primi hanno sapori intensi e aromatici… direi succulenti e gustosi.

Per secondo, Monica opta per un Coniglio in porchetta e, presentato sempre in coccio di terracotta, un Crostino ricoperto da pecorino fuso, pancetta croccante e funghi porcini. E qui direi che posso per sempre salutare la mia silhouette.

 

Coniglio in porchetta - Trattoria La Campagnola - Misano
Coniglio in porchetta – Trattoria La Campagnola – Misano

 

Crostino ricoperto da pecorino fuso, pancetta croccante e funghi porcini - Trattoria La Campagnola - Misano
Crostino ricoperto da pecorino fuso, pancetta croccante e funghi porcini

 

Ad “innaffiare” il mio pasto, Monica mi offre una bottiglia del loro Sangiovese biologico fatto imbottigliare dalla Fattoria del Piccione.

Oramai sono rifocillata a dovere ma, Monica, mi fa assaggiare la sua chicca: Croccante di mandorle con gelato alla vaniglia e coulis di fragole accompagnato da tre digestivi all’anice, al melone e al pistacchio.

 

Croccante di mandorle con gelato alla vaniglia e coulis di fragole - Trattoria La Campagnola - Misano
Croccante di mandorle con gelato alla vaniglia e coulis di fragole

 

Direi che se volete passare un pranzo o cena in tranquillità, godendo del tempo che sembra essersi fermato tra le mura di questa trattoria, fate un cenno a Luigi e Monica che con la loro cordialità vi ospiteranno come a casa.

Marta Cordisco


Rimani aggiornato sulle Serate a Tema!
📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER