Alla Trattoria Montepaolo, cucina tradizionale con influenze toscane

Trattoria Montepaolo - Dovadola

 

Dal Gambero – così lo chiamavano gli amici in gioventù. Franco Gamberini è dal 2001 chef e titolare della Trattoria Montepaolo, una delle poche trattorie sui nostri colli dove, con il cielo limpido, si vede il mare.

Mi spiega che il nome deriva dal fatto che, in passato, erano chiamati “trattoria” quei locali della Romagna dove si andava a trattare su quello che si sarebbe mangiato, mentre all’osteria si portava il cibo da casa e l’oste ti dava da bere. Siamo infatti sul Montepaolo, sopra Dovadola, luogo ideale per ritemprare lo spirito, lontani dal traffico e dal rumore, ad una ventina di km da Forlì (non lontani dall’eremo di Montepaolo).

La Trattoria Montepaolo è un locale davvero intimo, l’ambiente è curato, romantico ed informale, con il camino acceso in autunno-inverno, una veranda vista mare ed un giardino meraviglioso che in primavera-estate è ideale per ricevimenti o matrimoni.

Franco Gamberini, chef autodidatta, al termine di un lungo viaggio in Venezuela, ha compreso che doveva differenziarsi dagli altri. Ha così iniziato a concentrarsi su tagli di carne importanti esponendoli e cuocendoli a vista sulla brace a legna, un modo da rendere partecipe il Cliente.

La filosofia della trattoria è utilizzare materia prima eccellente e prodotti di stagione, per dar vita ad una cucina tradizionale ma con tocchi personali e originali.

Il menù cambia ogni 2/3 mesi seguendo la stagionalità degli ingredienti e ad una lettura attenta tradisce l’influenza Toscana: del resto questa è terra di confine, una volta appartenente al Gran Ducato di Toscana. Oltre al tartufo ed ai funghi qui troverete ottima carne Chianina ed un eccellente Tagliatella al ragù di Chianina (un piatto che lo rappresenta di cui è fautore dal 2001) insaporito con erbe aromatiche.

Da maggio di quest’anno è entrato a far parte della brigata di cucina Chef Luca Magrini. Originario di Forlì con diverse esperienze a Cortina, si occupa di antipasti e primi piatti. La pasta è tirata al matterello da una sfoglina e ad accompagnare le specialità del menù una buona cantina con oltre 40/50 etichette che ruotano settimanalmente con prevalenza di vini locali, ma anche di altre regioni italiane (Piemonte – Abruzzo – Toscana- Friuli – Sicilia).

Troverete anche un ottimo olio evo prodotto da Franco ed Eleonora. In zona sono infatti proprietari di un appezzamento con 650 ulivi e le olive prodotte sono portate a frantoiare presso il frantoio San Lorenzo a Trivella di Predappio.

Franco afferma, con tanta spontaneità, che la cosa di cui va maggiormente fiero al giorno d’oggi, dopo gli anni di Covid e di difficoltà, è di essere ancora attivo dopo 20 anni e di sentirsi dire dai clienti che si sentono come a casa.


Rimani aggiornato sulle Manifestazioni!
📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER