Un dolce tipico romagnolo: il Bustrengo

Bustrengo

 

Il Bustrengo. Di cosa si parla nelle settimane che precedono il Natale? Ma di cose da mangiare, naturalmente!
Forse saremo un poco ripetitivi ma, nel caso specifico, vogliamo recuperare una ricetta della tradizione romagnola che potrebbe essere un ottimo dessert, non troppo impegnativo, da portare a tavola durante le prossime festività.

Stiamo parlando del “Bustrengo” (in dialetto “Bustreng”). A giudicare dal nome, dovrebbe avere origini barbariche, ma è arduo individuare la provenienza effettiva di questo dolce povero tipico della bassa Romagna. Di sicuro affonda le proprio radici nella cultura contadina.

Ricetta tipicamente invernale, utilizza tra gli ingredienti, oltre alla farina e al pane raffermo, quelli che si avevano a disposizione al momento. Ne sono stati contati oltre 30, ma solo 20 sono noti.
Potete dunque capire che ne esistano numerose varianti. Naturalmente ci sono alcuni elementi costanti che ricorrono in quasi tutte le preparazioni, ma c’è spazio per la personalizzazione e la fantasia. Questo Natale, quindi, ognuno potrebbe portare a tavola la propria creazione originale!

Ecco qui la nostra ricetta:

Ingredienti

100 g. di farina gialla
200 g. di farina bianca
100 g. di pangrattato
200 g. di zucchero oppure miele
3 uova
mezzo litro di latte
100 g. di uva passa
100 g. di fichi secchi fatti a pezzetti
1 scorza di limone
1 scorza d’arancio
mezzo kg di mele sbucciate e fatte a pezzetti
mezzo bicchiere di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaino di sale

Preparazione del bustrengo

Impastate le farine, il pangrattato, le uova intere, l’olio, il sale, amalgamando con il latte. Aggiungere poi mele, fichi secchi e uvetta poi grattugiate le scorze degli agrumi. Ungete una teglia da forno con olio, versatevi il composto e ponete in forno a
160-170 gradi per circa 50-60 minuti.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER