Un po’ di “dolcezza” nella Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne

Le Caterine - New Dolce Salato - Ravenna
Caterine by New Dolce Salato – Ravenna

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

La giornata mondiale contro la violenza sulle donne, istituita nel 1999 dall’Assemblea Generale dell’ONU, si celebra il 25 novembre di ogni anno. Non si tratta di una data a caso: è il ricordo di un brutale assassinio, avvenuto nel 1960 nella Repubblica Dominicana, ai tempi del dittatore Trujillo. Tre sorelle, considerate rivoluzionarie, furono torturate, massacrate e strangolate. Poi per nascondere questa violenza fu simulato un incidente, buttando i loro corpi in un burrone.

Guardando all’Italia solo a partire dal 2005 alcuni “Centri antiviolenza” e “Case delle donne” hanno iniziato a celebrare la ricorrenza.

Negli ultimi anni, invece, hanno preso sempre più corpo le iniziative che ogni città ha messo in campo in questa data. Una data simbolica ma anche ricca di significato. Un’esortazione a fermarsi un attimo a riflettere sulle azioni concrete che è necessario intraprendere per estirpare questa secolare piaga: il rispetto e la non violenza vengono prima di tutto.

Nel 2020, non potendo svolgersi in presenza a causa dell’emergenza sanitaria, la maggior parte delle iniziative si svolge online in diretta o in streaming, in questo modo ci possiamo stringere tutti in questo abbraccio virtuale contro la violenza sulle donne, indipendentemente da dove ci troviamo in quel momento.

Ravenna e Le Caterine

In particolare, per la città Ravenna, la ricorrenza cade in un giorno speciale, la Festa di Santa Caterina, giornata in cui si tramanda una tradizione culinaria a cavallo tra leggenda e realtà con i famosi biscotti denominati “Le Caterine”.

Se non conoscete ancora questa leggenda siamo pronti a raccontarvela. Si narra di una storia d’amore contrastata tra una giovane sartina ed un pasticcere. La famiglia della sartina era contraria e impediva ai due giovani di incontrarsi. Così il pasticcere escogitò un modo per inviare messaggi d’amore alla ragazza. Le preparò un biscotto a forma di bambolina, una “Caterina”, e glielo fece recapitare per ricordarle il suo amore. Si dice quindi che da qui siano nate le Caterine, ora un simbolo per omaggiare le donne in questa significativa giornata.

La festa di Santa Caterina

Se la leggenda si sfuma nella nebbia dei ricordi, però una certezza c’è. Questi biscotti vengono preparati solo nella città di Ravenna, un unico giorno all’anno, ovvero il 25 novembre, in occasione di Santa Caterina, patrona delle sarte. I ravennati in questo giorno hanno l’usanza di regalare a bambini e bambine dolcetti a forma di gallo, gallina e bambolina, le Caterine, appunto.

Nel 2020 la Festa, naturalmente non ci sarà… ma i biscotti sì. Li potrete acquistare oppure preparare da soli seguendo la nostra ricetta.

 

ricetta delle Caterine

 

Vorremmo lanciare una proposta, anche se non seguiamo le tradizioni di Ravenna, il 25 novembre regaliamo un qualcosa di dolce alle donne a cui teniamo: un gesto simbolico per trattarle con dolcezza!


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER