Un viaggio storico tra Cucina e Opera: il Caffè preferito da Rossini

Cucina all'Opera - Giancarlo Fre

 

Cucina all’Opera. Quando scegliamo dove trascorrere i nostri momenti conviviali, i luoghi nei quali c’è musica sono spesso preferiti rispetto a quelli in cui non “vola” nemmeno una nota. Poi naturalmente ognuno sceglie in base ai propri gusti… anche musicali.

Quanto appena detto ci consente di introdurre un argomento quantomai interessante: il rapporto tra musica e cibo. Un binomio da non trascurare, in particolare in una regione come la nostra che ha dato i natali a numerosi illustri compositori oltre che a colui che viene considerato il “padre” della Cucina Italiana e l’artefice dell’unità d’Italia a tavola: Pellegrino Artusi.

La fonte delle nostre riflessioni è una pubblicazione – “Cucina all’Opera” di Giancarlo Fre – uscita nel 2013, anno del centenario dalla nascita di Giuseppe Verdi, ma sempre attuale. Un libro per esplorare, oltre alle ricette sperimentate e gustate a Villa Sant’Agata, residenza di Verdi, anche la cucina prediletta da altri grandi della musica vissuti in epoche differenti quali Frescobaldi, Corelli, Mozart, Rossini, il vegetariano Wagner, Mascagni, Toscanini, Pavarotti e la Callas.

Uno scritto da cui trarre di volta in volta storie e aneddoti musicali affiancati da ottime ricette tramite le quali andare alla scoperta delle tradizioni alimentari del nostro territorio e di come queste sono state contaminate dalla cultura di altre cucine.

Possiamo considerare come punto di partenza i frequenti viaggi che musicisti e interpreti hanno compiuto durante la loro carriera artistica. Un’ottima occasione per incontri conviviali che hanno favorito la conoscenza e lo scambio di stili e pratiche gastronomiche attraverso le quali, con un sapiente confronto, si sono create gustose varianti a piatti tradizionali ormai consolidate nel tempo.

L’autore del libro – Giancarlo Fre – non si limita però ad esporre una sintesi storica della lirica e della cucina in ordine cronologico. L’opera infatti si articola di quattro sezioni, ognuna delle quali compone un quadro storico e culinario visto attraverso gli occhi degli artisti che l’hanno attraversata. Abbiamo così: “Le ricette del Melodramma” incentrate sull’Ottocento e con artisti del calibro di Rossini, Verdi, Mascagni e Toscanini. C’è poi “Musica e Cucina tra Seicento e Settecento” con Frescobaldi e Corelli.

Si prosegue con una carrellata di compositori “Di passaggio in Emilia Romagna” nel quale ritroviamo Mozart, Bellini, Wagner e Puccini per finire “A tavola con i grandi interpreti” tra cui spiccano Pavarotti e la Callas. Ultimo omaggio “Cinque ricette per Cinque Signore”, preparazioni dedicate ad esponenti del gentil sesso legate in qualche modo a compositori e artisti di cui si parla nell’opera.

Iniziamo dunque la nostra esplorazione con “Le ricette del Melodramma” che abbracciano il periodo storico dell’Ottocento: un secolo di rivoluzioni ed evoluzioni che coinvolgono ogni aspetto della vita inclusi l’ambito artistico e musicale come anche quello culinario.

Penserete che iniziamo dalle fine, perché oggi vi vogliamo proporre la ricetta del caffè preferito da Gioacchino Rossini: la Barbajata o Barbajada. Bevanda milanese molto in voga a metà dell’ottocento fu inventata Domenico Barbaja da un garzone napoletano del Caffè del Teatro, locale a fianco del Teatro alla Scala di Milano.

Ecco qui la ricetta riportata nella pubblicazione “Cucina all’Opera”

Ingredienti per 2 persone:
2 cucchiai di cacao non zuccherato
250 cc di latte intero o crema di latte
2 tazzine di caffè espresso
Zucchero

Preparazione:
Preparare la cioccolata con il cacao e il latte. Versare in un recipiente da fuoco la cioccolata, il caffè, il latte o la crema di latte e lo zucchero sciolto in pochissima acqua. Mescolare il composto fino a che si forma una schiuma superficiale. La cioccolata può essere fatta anche con cioccolato fondente a 70% di cacao.
In tempi recenti questa bevanda è diventata un vero e proprio dessert guarnito con la panna montata.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER