Una gita nella Longiano medievale: arte e storia riuniti nel magnifico Castello

Longiano al tramonto

 

Vi propongo oggi un piacevole itinerario sulle tracce dei Malatesta, più precisamente a Longiano, piccolo borgo arroccato nel primo entroterra collinare di Cesena. Longiano oggi è un borgo medievale perfettamente conservato, capace di esprimere mediante i vicoli, i vari musei, le chiese storiche e gli edifici lo spirito intatto dei secoli antichi.

Senza dimenticare, ovviamente, il Teatro Petrella, gioiello ottocentesco finemente decorato e fulgido esempio di teatro all’italiana, attigua alla Galleria delle Maschere, che racchiude le opere dell’artista Domenico Neri.

Vi consigliamo altresì una visita al Museo d’Arte Sacra e al Museo del Territorio, in cui è racchiusa la storia dei mestieri e delle tradizioni contadine, così come giocattoli, attrezzi e arredi d’epoca.

La meta principale che vi suggeriamo è però il magnifico Castello Malatestiano, la cui origine risale sino ai secoli 6°/7°, la cui forma attuale invece intorno all’11°, dato che una pergamena del 1059 attesta l’esistenza di una roccaforte difensiva. Ricostruito e rifortificato due secoli dopo, vide col dominio della signoria dei Malatesta (1290-1463) il periodo di massimo splendore, per ripiombare poi nelle mani dello Stato Pontificio, ove rimase fino all’Unità.

Irto su una scoscesa rupe circondata da una cinta muraria, il castello domina la vallata circostante dall’ampio balcone panoramico, sul quale è possibile passeggiare. Notevole, all’interno del castello, la Fontana dei Veneziani, risalente al 16° secolo.

Obbligatoria a questo punto è la visita al museo sede della Fondazione Tito Balestra, in cui è esposta la collezione dell’omonimo giornalista e poeta. Una peculiarità della vastissima collezione (2302 opere) è quella d’esser nata da rapporti di scambio e amicizia con il poliedrico ed eterogeneo mondo dell’arte capitolina.

Agli italiani Mafai, Rosai, De Pisis, Morandi, Sironi e Guttuso, più una ricca collezione di Mino Maccari, si aggiungono artisti stranieri del calibro di Goya, Matisse, Chagall e l’inquietante Oskar Kokoschka. Il Castello Malatestiano di Longiano offre dunque un affascinante connubio di storia, bellezza e storia dell’arte.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER