Una verdura primaverile “naturalmente Bio” da riscoprire: la Barba di Frate o Lischi

Barba di Frate o Lischi

Spesso, presi dalla fretta, seguiamo senza pensare le nostre abitudini. Questo vale anche per gli acquisti alimentari. Ci affidiamo alla scelta più facile, senza accorgersi che in questo modo rischiamo di perdere la grande varietà di sapori offerti da ogni stagione. Ogni tanto varrebbe la pena riscoprire prodotti a prima vista inconsueti, che in realtà sono facili da preparare, gustosi e ricchi di proprietà salutari.

La Barba di Frate o Lischi

Mi riferisco in particolare alla Barba di Frate (o lischi). Una verdura dalle foglie filiformi che ricordano l’erba cipollina, sottili e piatte ma piene al taglio. Si presentano come un folto cespo verde intenso, rossiccio alla base. Al momento dell’acquisto il mazzo non deve risultare floscio alla vista, il colore deve presentarsi uniforme e carico. In frigo si conserva per massimo quattro giorni.

Caratteristiche

Si tratta di una pianta rustica, che cresce con facilità nei terreni poveri, resistente all’attacco dei parassiti e delle malattie e quindi naturalmente predisposta alla coltivazione con il metodo biologico.

Proprietà

La Barba di Frate è una buona fonte di vitamina C e di vitamina A, ricca di sali minerali come calcio e fosforo. Contiene clorofilla e in più è povera di calorie: solo 17 per 100 g. È molto ricca di fibra insolubile, dunque indicata in caso di stitichezza, nelle diete ipocaloriche e in quelle depurative. Ottima per i diabetici e per abbassare il livello di colesterolo nel sangue.

In cucina

Presenta un sapore gradevolmente acidulo ed è più versatile di quanto si possa pensare. Prima dell’utilizzo in cucina va privata della radice e del fusticino alla base delle foglie.
Come contorno si può cuocere brevemente al vapore, e condirla a piacere con un buon olio extra vergine di oliva e pochissimo sale, oppure saltarla in padella con aglio e scorzetta di limone. Si presta anche come condimento per gli spaghetti assieme a pomodoro e acciughe oppure per un rustico piatto unico con cipolla e salsiccia.

Provate, sarà una piacevole sorpresa!