La Romagna regno dei Funghi, per una ricchezza inesauribile di sapori

Funghi in Romagna

 

Funghi in Romagna. Con l’approssimarsi della fine dell’estate, inizia ad entrare in scena l’autunno con nuovi colori, sapori e prodotti: tra questi i funghi. Un regno, quello dei funghi, incredibilmente ampio e diversificato, e questa varietà significa, per chi ama la buona tavola, una ricchezza inesauribile di sapori da esplorare, gustare e ritrovare.
Riportiamo qui una curiosità davvero insolita: l’essere vivente più grande al mondo è proprio un fungo. Scoperto in una foresta dell’Oregon, è in costante crescita (prevalentemente nel sottosuolo) da più di 2000 anni e ha un diametro di 4 chilometri per un’estensione di circa 8 chilometri quadrati. Insomma è più grande della foresta stessa e nessuno finora ha mai pensato di cucinarlo…

Ora però lasciamo però le foreste dell’Oregon e torniamo a parlare dei funghi in Romagna. Da noi le specie fungine che colonizzano la nostra tavola nel periodo autunnale sono per fortuna in dimensioni più ridotte. Settembre e ottobre sono in genere i mesi ideali, non soltanto per raccogliere funghi, ma anche per sperimentarne nuove tipologie o nuove preparazioni nei migliori ristoranti della zona, che come sempre si affidano a prodotti freschi e stagionali.

Tutti conoscono i Porcini e la loro fibra compatta e saporita; altrettanto buoni sono gli Ovuli, che presentano un sapore delicato e un aroma intenso, ottimi anche crudi. Molto apprezzate anche le Sfiandrine, solitamente cotte alla griglia oppure panate e fritte. Penetrante e persistente è il gusto dei Finferli, ideali per la preparazione di un sugo, mentre il gusto selvatico dei Prugnoli li fa apprezzare in special modo per la composizione di creme da abbinare a crostini o risotti.

Acre e inconfondibile è il sapore del Lattario, che si sposa bene coi formaggi stagionati, mentre dolce e nocciolato è il tipico gusto della Mazza di Tamburo. Ci sono infine i Chiodini, il cui retrogusto amarognolo li rende perfetti per torte salate, abbinamenti con ragù, trifolatura o trattamenti sott’aceto.

Insomma, funghi per tutte le stagioni o meglio ancora, una stagione sola per tutti i funghi! Affrettatevi dunque, per non perdetevi nemmeno un sapore…


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER