La Braciola di castrato

Braciola di castrato

 

Il Castrato romagnolo, viene allevato in pascoli collinari ed in Romagna viene considerato un vero e proprio mito gastronomico.
Con il termine “castrato” (in dialetto “castré“) di solito ci si riferisce al maschio ovino castrato ed alle carni che se ne ricavano.
La carne di castrato è molto tenera e saporita con un profumo leggermente pungente. Il castrato di buona qualità presenta una carne dal color rosso porpora mentre il tessuto adiposo è bianchissimo. Diversi  i tagli di carne ricavati da questo animale : la braciola si ottiene dal cosciotto.

Il sapore della braciola è deciso, ma gradevole e le sue carni si presentano eccezionalmente morbide, da mettere subito sulla griglia.

Ingredienti:

4 braciole di castrato
1 rametto di rosmarino
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale e pepe

Preparazione

Battere un poco le braciole, disporle sul piatto fondo, condirle da entrambe le parti col rosmarino, l’olio, il sale e il pepe. Lasciar insaporire per circa 1 ora, dopodiché cuocerle sulla graticola posta su brace viva (in mancanza grigliare nel forno).


Richiedi il PDF della ricetta QUI* >> 
(*) Inoltrando la richiesta accetti l’iscrizione alla Newsletter di Romagna a Tavola
L’invio del Pdf è manuale e nel week-end potrebbe essere ritardato rispetto alla richiesta. Consigliamo di inoltrare la richiesta con largo anticipo (8-12 ore prima) rispetto all’orario desiderato.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER