Arrosto misto alla romagnola

 

L‘arrosto tradizione romagnola ha una sua storia, come tutte le nostre ricette tipiche.

Partiamo dalle carni, sono quelle della cucina tradizionale contadina, quindi principalmente pollo, faraona e coniglio.
Un tempo la quantità dell’una o dell’altra erano variabili. Dipendeva dalla necessità mettere a tavola tutti i componenti della famiglia con quello che c’era a disposizione. Perciò può esserci più faraona e meno coniglio o viceversa, oppure si possono aggiungere pezzi di maiale come costine o salsicce, il risultato finale comunque, non cambia.

Poi ci sono gli aromi: il sale profumato al quale si aggiungono anche altre erbe come timo, basilico, ed alcuni pomodorini per caratterizzarlo maggiormente. Infine ci sono le patate che, cucinate insieme alle carni hanno un gusto inimitabile!

Ecco la ricetta dell’arrosto misto alla romagnola

Ecco la ricetta dell’arrosto misto alla romagnola

Ingredienti per 8 persone

1/2 faraona
1/2 coniglio
1/2 pollo
8 patate
aglio
rosmarino
1 limone
1/2 bicchiere vino bianco secco
10 foglie di salvia
sale grosso
pepe
olio extra vergine

Preparazione

Tagliare la carne a pezzi medi ma di uniforme grandezza e porli in un capace contenitore.
Preparare il sale aromatizzato.
Pulire gli spicchi di aglio e tritarli insieme alle foglie del rosmarino, le foglie di salvia e alla buccia del limone (solo la parte gialla, il bianco è amaro).
Schiacciare il sale grosso utilizzando una bottiglia, unire il trito di erbe al sale schiacciato, mescolare ed aggiungere del pepe macinato a seconda della preferenza.
Porre il sale profumato in un vasetto stagno per poter conservare il sapore.
Con il sale preparato condire la carne, aggiungere l’olio extra vergine, le patate tagliate a pezzi, il succo del limone, il vino. Mescolare il tutto e lasciarlo marinare per circa 1 ora.
Nel frattempo portare a temperatura il forno (circa 200°c) trasferire il tutto su una teglia per forno, coprire con stagnola ed infornare.
Cuocere per circa 1 ora mescolando di tanto in tanto.
Togliere la stagnola e dorare il tutto cuocendo per un’altra mezz’ora almeno. Servire caldo.

(fonte: http://www.macelleriedelcontadino.com)


Rimani aggiornato sulle prossime ricette!📨 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER