La ricetta del Miacetto di Cattolica

Miacetto di Cattolica

 

Il Miacetto è il dolce simbolo di Cattolica. Si fa solo a Cattolica, “Dal pòrt a li culònie” (dal porto alle colonie). Ricco di calorie e facile da preparare, alla base della ricetta c’è la frutta secca – mandole, pinoli, noci, uva passa –  poi zucchero, miele, farina e un tipo di farina integrale con la crusca (cruschello) che in dialetto chiamano runzòn.

In origine era un dolce per le feste natalizie, oggi viene preparato anche durante tutto il resto dell’anno.

Ingredienti

250 g di runzòn
100 g di farina
150 g mandorle (tritate grossolanamente)
150 g noci (tritate grossolanamente)
200 g uva sultanina ammollata e ben scolata
100 g pinoli (50 g vanno messi a parte per decorare)
2 scorze di limoni (tritate finemente)
2 scorze di arance (tritate finemente)
50 g olio d’oliva
50 g olio d’arachidi
300 g miele
100 g zucchero
¾ di acqua tiepida (circa)
Pizzico di sale

Preparazione del Miacetto

Sciogliere il miele nell’olio, poi amalgamare con l’uvetta (ammollata e ben scolata), le noci tritate grossolanamente,  le mandorle,  i pinoli e la scorza tritata di arance e limoni. Aggiungere la farina e il cruschello poco mescolando con un cucchiaio di legno. Infine aggiungere l’acqua tiepida quanto basta ad ottenere un impasto morbido ma non troppo: il composto dovrà avere una consistenza tale che il cucchiaio di legno utilizzato per mescolare rimanga “in piedi”. Lasciare riposare per 12 ore circa il luogo

Versare l’impasto in teglie medie di circa 20 cm di diametro ricoperte con carta da forno.
Cuocere in forno ventilato a 180° C per 45 minuti. Il Miacetto, non essendo un dolce contenente lievito, può essere controllato durante la cottura.
La cottura è completata quando assume una colorazione brunastra.
Una volta estratto dal forno decorare con i pinoli o altra frutta secca messa precedentemente da parte.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER