Rimani aggiornato

Ravenna

Il Terriorio

Ravenna si trova in Pianura Padana a circa 8km. dal Mare Adriatico. Il Canale Candiano collega Ravenna al mare.
E’ la città più grande della Romagna e a livello storico culturale anche la più importante.

Il territorio di Ravenna è caratterizzato da una bellissima pineta secolare e da lunghi lidi sabbiosi.

I lidi di Ravenna sono nove e vengono suddivisi in lidi nord e lidi sud.
Tale suddivisione è definita in base alla posizione dei lidi rispetto al canale portuale.
I lidi nord sono: Casal BorsettiMarina Romea e Porto Corsini.
I lidi sud sono: Marina di RavennaPunta Marina TermeLido AdrianoLido di DanteLido di Classe e Lido di Savio.

Ravenna custodisce ben otto monumenti dichiarati Patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Ravenna - Mosaici

Storia

I primi ad insediarsi nel territorio ravennate furono gli etruschi e poi gli umbri.
Divenna capitale dell’Impero Romano d’Occidente nel V secolo.
Tra il 493 e il 526 Teodorico trasferisce la sua corte di Milano a Ravenna.
A partire dal XVI secolo Ravenna rimarrà sotto lo Stato Pontificio per circa 350 anni.

Da ricordare il soggiorno di Dante Alighieri durante il Medioevo a Ravenna, dove morì di malaria.

Ravenna subirà un forte incremento industriale nel secondo dopoguerra, grazie alla scoperta di giacimenti di metano e alla creazione di una raffineria di petrolio, di uno stabilimento petrolchimico e dell’estrazione di gas naturale.

 

Da visitare

 

Museo d’arte della città

Il Museo d’arte della città di Ravenna si trova all’interno della Loggetta Lombardesca.
Tre sono le collezioni che troviamo esposte in modo permanente al museo: antica, moderna e contemporanea.
Al piano terra si possono ammirare i mosaici su cartone di artisti contemporanei.

Mausoleo di Galla Placidia

Ravenna - Mausoleo di Galla Placidia

Il mausoleo venne fatto costruire intorno al 425-450 da Galla Placidia, figlia dell’Imperatore romano Onorio.
La struttura è a forma di croce latina.
Le  pareti delle colte, delle lunette e della cupola sono ricoperte di bellissimi mosaici che hanno reso famoso a livello mondiale il mausoleo.

Notevoli le stelle della cupola che regalano un’atmosfera quasi notturna.
Si racconta che fu proprio questo cielo stellato ad ispirare la canzone “Night & Day” a Cole Porter che visitò Ravenna alla fine degli anni ’20.

Il Mausoleo di Galla Placidia è stato dichiarato Patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

 

Basilica di San Vitale

Ravenna - Basilica di San Vitale

Una delle chiese più famose di Ravenna, soprattutto per i suoi mosaici che furono ordinati dall’arcivescovo Massimiano.
La struttura della basilica è a forma ottagonale, formata da un corpo interno che contiene la cupola, dove si possono ammirare affreschi barocchi e da un corpo esterno dove sono invece l’ambulacro e il matroneo.

Una particolarità è il labirinto disegnato sul pavimento del presbiterio. Le frecce disegnate partono dal centro del labirinto fino ad arrivare al centro della basilica. La fine del labirinto rappresenta rinascita e purificazione.

 

Basilica di S.Apollinare Nuovo

Ravenna - Basilica di Sant'Apolinare Nuovo

Fu fatta costruire da Teodorico per il culto ariano. All’interno della basilica si può ammirare la più grande superficie musiva dell’antichità.

I mosaici ricoprono per intero le pareti di tutta la navata centrale.
Appartengono a periodo storici diversi e proprio grazie a questa particolarità si può  ammirare l’evoluzione dello stile bizantino tra un mosaico e l’altro.

La Basilica di S.Apollinare Nuovo è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

 

Basilica di S.Apollinare in Classe

Ravenna - Basilica di Sant'Apolinare in Classe

Costruita nella prima metà del VI secolo è stata dedicata a Santo Apollinare, primo vescovo di Ravenna e ritenuto il fondatore della chiesa di Ravenna.
La basilica è a tre navate, con corpo mediano rialzato e abside poligonale affiancata da due cappelle absidate.

Famosa per i suoi mosaici e i sarcofagi di marmo appartenenti agli arcivescovi.

La Basilica di S.Apollinare in Classe è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

 

Mausoleo di Teodorico

 

Ravenna - Mausoleo di Teodorico
La più importante costruzione funeraria degli Ostrogoti. Costruito da Teodorico Il Grande come sua futura tomba.
Il mausoleo ha la particolarità di essere costruito con blocchi di pietra d’Istria e non in mattoni.
Il soffitto è un unico pezzo di monolite a forma di calotta anch’essa in pietra d’Istria.

Il Mausoleo di Teodorico è stato dichiarato Patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

 

I Ristoranti, le Trattorie e le Osterie di Ravenna

Romagna a Tavola ha selezionato i Migliori Ristoranti e Trattorie di Ravenna e dintorni scelti per qualità dell’ambiente, proposta enogastronomica e servizio.
I Ristoranti, Trattorie ed Osterie di queste zone propongono piatti tradizionali romagnoli, a volte rivisitati in chiave moderna, e piatti della tradizione italiana: piatti di carne, pesce e vegetariani vengono serviti quotidianamente agli ospiti.
Come molte cucine tradizionali italiane, anche quella ravennate è caratterizzata dalla “povertà”, sia nelle materie prime utilizzate che nella elaborazione, ciononostante è assolutamente ricca di gusto.
La pasta all’uovo, anche detta sfoglia, è la regina della tavola e grazie a lei si preparano tanti tipi di pasta, come ad esempio gli Orecchioni ravennati. Solitamente cotti nel brodo, possono essere mangiati anche asciutti.

Orecchini ravennati
Grazie a fondazioneravennacapitale.it per l’immagine

 

Gli orecchioni sono ripieni di magro e possono sembrare un mix tra cappelletti e ravioli. Come abbiamo scritto, solitamente si mangiano cotti nel brodo, ma vengono serviti anche conditi con ragù di carne oppure con altri sughi a discrezione delle azdore che li preparano.

Per scoprire i Ristoranti che Romagna a Tavola ha selezionato per voi ad Ravenna e dintorni potete cliccate qui.

Privacy policy - Cookie policy
è un progetto di Officina Creativa srl
Licenza Creative Commons CC
P. Iva: 02597460985  Tel +39 0547.1955564