Gli Strozzapreti

Strozzapreti

 

Gli Strozzapreti sono una pasta fresca romagnola di facilissima preparazione e davvero molto economica.
L’origine del nome sembra derivare dall’epoca del dominio dello Stato Pontificio in Romagna; pare, infatti, che i preti portassero via le uova alle azdore che, rimaste senza la materia prima per realizzare la pasta fresca, si videro costrette ad inventare un impasto composto solo di acqua e farina. Mentre preparavano questa pasta, auguravano al prete di strozzarsi proprio mangiando le uova sequestrate.
Come tutte le paste tradizionali non è difficile trovare varianti della ricetta romagnola, in alcuni casi si mescolano in ugual quantità acqua e latte, in altri l’impasto è arricchito con albume, poco parmigiano reggiano e pangrattato.
Noi, di seguito, vi presentiamo la ricetta classica da abbinare ad un buon ragù.

Ingredienti:

250gr. di farina bianca 00
150cc. di acqua
sale e pepe

Preparazione

Disporre la farina a fontana, con un pizzico di sale e uno di pepe.
Aggiungere 3 o 4 decilitri di acqua e impastare fino a ottenere una massa morbida e liscia.
Lasciarla riposare 10 minuti, avvolta in una pellicola. Tirare una sfoglia spessa circa 2 mm.
Una volta stesa tagliare delle strisce di circa 1,5 cm di larghezza. Inumidirsi le mani e arrotolare tra i due palmi la pasta, poi romperla a una lunghezza di 8-10 cm. Disporre gli strozzapreti su vassoi infarinati, cuocerli in abbondante acqua salata e saltarli in padella con un sugo a piacere. Eccezionali con il ragù di carne.

Qui il video della fase finale di preparazione, quando si arrotola la sfoglia: