Appunti di degustazione: Ristorante Al Deserto – Cervia

Ristorante Al Deserto - Cervia

 

Il Ristorante Al Deserto si trova sulla statale Romea Sud 52 all’altezza di Cervia, proprio al confine del Parco della Salina, nel quale si produce il sale dolce dei Papi.

Davanti al locale, tra la statale e la salina, si trova un comodo parcheggio privato, da cui si accede direttamente al ristorante. Al nostro arrivo ci accoglie con un sorriso cordiale, nonostante la mascherina, Umberto Bagnolini, il titolare.
Andiamo subito ad ammirare il dehor, strutturato con una veranda ed un ampio giardino immersi nel verde, da dove, durante la bella stagione, si può ammirare il tramonto sulle saline con i suoi eleganti fenicotteri rosa, degustando anche solo un aperitivo. Questo spazio è molto ambito ed è raggiungibile anche con la barca che naviga lungo il canale circondariale delle saline: un’esperienza unica.

Torniamo all’interno del ristorante dove ci aspetta un ambiente rustico con una particolare attenzione per i dettagli e la mise en place. Miriadi di tazzine da caffè appese alle pareti unite all’esposizione delle varie tipologie di caffettiere suscitano in me un’insana voglia di espresso prima di cena, tentazione alla quale ho subito rinuncio solo grazie alla vista delle allettanti pietanze nei piatti degli altri commensali e al vino, un Albana secco “I Filarini”, che ci viene servito da Walter, il gentile e preparato cameriere.

Per la degustazione abbiamo lasciato carta bianca e, sinceramente, si rivelerà una scelta azzeccata e molto gradita.

Partiamo con gli antipasti:
Gamberi e cicerchie di Serra de’ Cinti profumati all’aneto.
gamberi freschi, di prima qualità, sembrano adagiati sopra una fetta di pane abbrustolito mentre, particolare curioso, in realtà sono serviti con una purea di cicerchie, ben aromatizzata e morbida come il gusto delicato dell’insieme del piatto.

 

Gamberi e cicerchie di Serra de' Cinti profumati all'aneto - Al Deserto - Cervia

 

Insalata di seppie con pere, pesto di mandorle e zenzero.
Ho notato e apprezzato in prevalenza il sapore deciso, il croccante delle mandorle ideale contrasto con la consistenza della seppia, la dolcezza della pera che insieme allo zenzero fresco e piccante invitano al boccone successivo.

 

Insalata di seppia - Al Deserto - Cervia

 

Razza con zucchine, cipolla rossa marinata e sale al Lambrusco.Servita in una “sfera”di vetro trasparente la razza sembra un’opera d’arte contemporanea, i colori dominanti sono quelli della bandiera italiana. La cottura al vapore valorizza il sapore e la consistenza soda di questo pesce, i contorni semplici, con una nota di sapidità data dalla cipolla rossa marinata, rendono l’insieme perfettamente equilibrato.

 

Razza con zucchine, cipolla rossa marinata e sale al Lambrusco - Al Deserto - Cervia

 

Vongole al pesto Toscano con ceci neri.
Allo chef di Al Deserto, sembra piaccia ingannare l’occhio dei propri clienti.
Quando mi hanno presentato le vongole ho pensato fossero condite con grossi chicchi di pepe o piccole olive. Non avevo mai mangiato ceci neri e vongole e ho trovato che fosse un eccellente abbinamento. Anche il condimento delle vongole era particolarmente diverso dal solito, speziato e con aroma di rosmarino.
Siamo solo all’inizio e, data l’abbondanza di quanto assaporato, decidiamo di passare direttamente al secondo, rinunciando a malincuore agli invitanti primi che ci vengono in ogni caso proposti.

 

Vongole al pesto Toscano con ceci neri - Al Deserto - Cervia

 

Canocchie al vapore con olio toscano e pinzimonio.
Questo semplice secondo della tradizione romagnola arricchito dall’olio toscano ci ha costretti ad una scarpetta che avremmo voluto evitare come i primi piatti. Impossibile non intingere il pane e lasciare tutta l’essenza della cicala nel piatto. La sua compattezza, il suo spiccato gusto di mare, sono chiaro indice di una cottura e pulizia perfetta.

 

Canocchie al vapore con olio toscano e pinzimonio - Al Deserto - Cervia

 

Ricci di calamari alla griglia.
Croccanti fuori e morbidi dentro, la impanatura, altra caratteristica tipica della cucina romagnola, dà un valore aggunto al piatto. Nonostante le tante delizie provate fino ad ora, fortunatamente hanno avuto la malizia di non assecondare la nostra richiesta di un piccolo assaggio servendoci sempre una porzione a testa, in caso contrario probabilmente io e il mio commensale avremmo litigato.

 

Ricci di calamari alla griglia - Al Deserto - Cervia

 

Arrosticini di code di gamberi
Questo secondo, come quello precedente, è un piatto tipico di questo locale, proposto da diversi anni. La presentazione è caratteristica e simpatica, gli spiedini sono inseriti in verticale in un bel tagliere di legno. Anche questi, come da tradizione, hanno una impanatura omogenea che non nasconde ma anzi ne esalta l’elegante sapore.

 

Arrosticini di code di gamberi - Al Deserto - Cervia

 

Torta delle zitelle
Dolce tipico di Cervia, una volta chiamato “Dolce dell’Ascensione” perché veniva preparato in occasione dello Sposalizio del Mare, festa che risale alla metà del 1.400 e si ripete ogni anno proprio nel giorno dell’Ascensione.
Gli ingredienti principali sono tutti del territorio, troviamo quindi Pasta frolla e Pan di Spagna ammorbiditi dall’Alchermes, marmellata di more e pinoli, per creare una sinergia tra il dolce acidulo e il sapido, contrapposti alla panna montata.

 

Torta delle zitelle - Al Deserto - Cervia

La nostra esperienza è stata entusiasmante!

Ecco infine qualche nota relativa al Ristorante Al Deserto
Al Deserto” è nato grazie all’amore per la cucina del padre di Umberto che ha iniziato in questo posto, al margine delle saline, nel 1964, con un piccolo chiosco di piadina cotta sopra un’antica stufa ad anelli, unito alla dedizione e passione del figlio che ne ha preso le redini e lo ha portato ad entrare di diritto tra i migliori ristoranti di pesce della zona.
Sono numerose le iniziative che hanno in cantiere qui al Deserto per la prossima stagione: dal tavolo per due sul porticciolo, un luogo reso magico dal tramonto sul parco del delta del Po che da qui si può ammirare in totale relax, agli aperitivi a tema anni ’70-’80 con i cocktail classici di quegli anni. Ci saranno delle sorprese, e noi saremo qui pronti ad aggiornarvi.

Jessica Raffaetà


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni!
📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER