Come eliminare le macchie di vino con materiali naturali: piccolo manuale della praticità.

Può capitare, durante un pasto, una degustazione, o in occasioni particolari, di macchiarsi una camicia o qualsiasi altro capo di abbigliamento con il vino. Rosso o bianco che sia. La stessa tovaglia, alla fine di una cena, può ritrovarsi macchiata.
Per nostra fortuna possiamo affrontare la cosa al momento, senza dover apporre prodotti necessariamente chimici, detersivi o polveri magiche, quanto piuttosto rimedi naturali, ecologici, oppure semplicemente a portata di mano.
Vediamo insieme come fare.

Le macchie di vino fresche possono essere trattate adoperando del sale grosso da cospargere sull’ alone che si è formato. Le caratteristiche igroscopiche del sale permetteranno di assorbire il vino: lasciare agire per 30 minuti e poi spazzolare energicamente. Il sale può essere rimosso anche con acqua bollente se siete a casa. Se siete fuori casa è un rimedio lampo molto efficace.
In mancanza di sale si può utilizzare l’ acqua frizzante. Non eliminerà del tutto la macchia, ma è efficace pre-trattante, che facilita la pulizia con il lavaggio che farete in lavatrice.
In caso di macchia secca (per esempio su tovaglia) si può provare a versarvi sopra del succo di limone, miscelato con del sapone liquido. Lasciare agire per 15 minuti e poi lavare il tessuto macchiato.
Il sapone di Marsiglia è utile contro le macchie fresche. Inumidite il sapone, strofinatelo sull’alone prima di lavarlo e questo sparirà completamente.
Anche il dentifricio può risultare efficace contro le macchie e gli aloni di vino rosso, anche secchi. Attenzione a quelli sbiancanti, che funzionano davvero e che potrebbero sbiadire le tovaglie o i capi colorati. Andrebbe comunque tenuto applicato per varie ore e poi risciacquato prima del lavaggio finale.
Il percarbonato di sodio è piuttosto aggressivo: contiene ossigeno attivo e quindi va usato solo su tovaglie e indumenti bianchi e piuttosto resistenti. Mettete il capo in acqua tiepida, a cui avrete unito il percarbonato, e il tessuto si smacchierà.
Se la macchia di vino è su di un capo di lana, lavatelo con una soluzione composta da metà acqua e metà ammoniaca. Lasciate che la miscela agisca per qualche minuto, poi sciacquate con acqua fredda e lavate il capo a mano con un detersivo delicato.
L’alcol e l’aceto bianco insieme sono un ottimo rimedio per eliminare le macchie di vino rosso sui tessuti. Prima li si imbeve di alcol e poi li si bagna con l’aceto, Dopodiché, si può procedere con il lavaggio usuale.

Consigli specifici:
Camicia bianca e vino rosso
Per la macchia di vino rosso, se si hanno a disposizione, unire vino bianco e bicarbonato, versando un poco di vino sulla macchia e poi cospargendola di bicarbonato,facendo riposare per qualche ora, prima di lavare la camicia.
Oppure si può usare il latte, asciugando la macchia con della carta e poi versandolo sul tessuto: far passare un’ora e verificare che questo sia totalmente sbiancato.

Camicia bianca e vino bianco
Le macchie di vino bianco si eliminano con l’amido di mais, che assorbe il vino, e bicarbonato, che smacchia bene i tessuti. Vanno mescolati in parti uguali e la mistura va applicata sulla macchia, per poi lasciarla agire per circa mezz’ora, prima di lavare.
Un’altra alternativa per debellare le macchie di vino bianco è costituita dal bicarbonato e l’aceto bianco. Dopo aver asciugato la macchia, si versa il bicarbonato sulla macchia, fino a coprirla tutta. Dopodiché, si prende un panno, lo si imbeve di aceto e si pulisce il resto della macchia.

 


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni!
📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER