Hookipa Mare a Marina di Ravenna: un locale per tutte le stagioni

Hookipa Mare - Marina di Ravenna

 

Hookipa Mare. Un bagno al mare che si trasforma in un locale molto frequentato e piacevole, con una cucina degna di un vero ristorante.

Tre i soci che hanno preso in gestione da un anno il locale, ci viene incontro Filippo, che si è formato alla famosa Frasca e in giro per il mondo, ed è davvero un gran padrone di casa, poiché riesce a far sentire i suoi ospiti proprio a casa.
“Ogni piatto che esce è un percorso, noi lo studiamo, viene testato e già lo immaginiamo prima di proporlo”, ci spiega Filippo. “La gente che viene qui vuole rilassarsi e stare bene, ha bisogno più che mai di leggerezza, dopo anni di apnea, ha voglia di respirare e stare assieme facendo festa”.

Lo Chef Matteo, giovane ed in gamba, viene dallo Ial di Cervia ed ha vinto diversi premi. Secondo lui la materia prima è fondamentale, quando è possibile reperire il pesce fresco lo compra al mercato dei pescatori a Marina di Ravenna.

Il menu cambia ogni mese, mantenendo solo i piatti irrinunciabili, come il Pacchero allo scoglio, la Grigliata ed il Fritto, che non devono mai mancare.

L’antipasto freddo di mare prevede crostini al nero di seppia con burro ed alici di lampara marinate (in lime e aceto), tartare di tonno con sorbetto al cetriolo, lime e pepe nero, salmone e rucola, insalata di seppia e catalana di gamberi con pomodorini e cipolla di tropea.
Il tutto accompagnato con un’ottima puccia o schiacciata fatta a mano e pane al nero di seppia fatto in casa.

I vini spaziano dai locali più recenti e leggeri a vini più strutturati e corposi dalla Sicilia al Trentino, passando per le Marche e arrivando fino a un buon Arneis delle Langhe. D’estate si vendono per lo più bollicine, sarà per il fatto che sgrassa i fritti di pesce, o perché è rinfrescante e va di moda. Tra le proposte non manca qualche Champagne al di fuori dalle solite marche.

La clientela varia dai 35 ai 60 anni, mentre la pizzeria è frequentata anche da persone più giovani.
Il range è medio-alto, una buona parte di clientela che viene nel weekend arriva dall’Emilia, mentre alcuni dalle zone limitrofe (faentine, ravennati).

“Negli ultimi anni la proposta nella ristorazione è aumentata notevolmente e si è alzata la qualità, per cui ora più che mai è diventato un impegno dover accontentare i clienti, cercando sempre di migliorare.” ci spiega Filippo, “I progetti futuri sono riaprire verso metà novembre dopo un mese di pausa, con un arredo più invernale, farlo diventare una chicca per Natale e fare qualche bella serata con musica dal vivo, Covid permettendo.”


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni!
📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER