Al Quartopiano la classe è anche nel bicchiere con il Sommelier Fabrizio Timpanaro

Fabrizio Timpanaro Sommelier Quartopiano Rimini

 

Il Quartopiano Suite Restaurant di Rimini, oltre all’indiscussa creatività dello chef Silver Succi, può vantare un altro fiore all’occhiello: il Sommelier Fabrizio Timpanaro.
Classe 1973, torinese di nascita, sin dalla giovane età frequenta l’ambiente della ristorazione, respirando l’aria della “Piola” una tipica trattoria piemontese gestita dai genitori, nella quale lavora.

La sua passione innata è la sala, servire le persone lo attrae e lo affascina. Terminati gli studi tecnici, si trasferisce in Romagna con il fratello maggiore per lavorare nei locali della riviera.

Il lavoro stagionale non è però completamente appagante. Di qui la decisione di migliorare formazione e ambiente professionale con un trasferimento a Londra, dove impara l’inglese e lavora in grandi ristoranti a fianco di “maitre e sommelier professionisti “. Introdotto al mondo del vino dai colleghi d’oltralpe, tornato in Italia si avvicina all’AIS e nel 2001 diventa Sommelier professionista.

La svolta e l’inizio del nuovo percorso professionale, coincisa con il rientro in patria, è l’incontro con lo Chef Silver Succi al Ristorante Tre Rè di Poggio Berni con il quale riallaccerà il rapporto nel 2009 al Quartopiano, dopo alcune significative collaborazioni in locali di prestigio in Romagna.

Il vino è ormai diventata una passione oltre che un lavoro e anche i momenti di svago sono dedicati alla conoscenza dei territori vitivinicoli italiani e francesi, con visita alle cantine ed incontri con i produttori. Non per niente Fabrizio Timpanaro ha recentemente ricevuto un riconoscimento nell’ambito della manifestazione “Dire, fare, sognare” che ha avuto il suo evento conclusivo a Cesena lo scorso 6 giugno.

Noi l’abbiamo intervistato al Ristorante Quartopiano di Rimini ecco cosa ci ha raccontato.

“Quartopiano, oltre agli eventi, è un ristorante per tutti i giorni dove è possibile seguire un percorso gastronomico oppure anche “solo” gustare due piatti accompagnati da un buon calice di vino.

Silver Succi ha realizzato qui il suo concetto di ristorazione “creativa”, l’alternativa alla ristorazione classica della riviera romagnola. Silver ha la capacità di creare un percorso di eccellenze tra i piatti – in un viaggio gastronomico che è in continua evoluzione. Al Quartopiano ogni settimana cambiamo il menù degustazione sia di carne sia di pesce per offrire qualcosa di nuovo ogni volta.

In qualità di sommelier del Quartopiano seleziono e propongo vini con la convinzione che a grandi piatti corrispondano grandi vini o grandi territori. L’aggettivo “grandi” non è necessariamente sinonimo di alto costo della bottiglia, siamo infatti attenti a ricercare l’alta qualità al giusto prezzo. Propongo sempre volentieri un Pinot nero della Borgogna o uno Champagne della Côte des Blancs, un Barbaresco, un Gran Barolo o un Brunello di Montalcino, senza dimenticare i grandi vini della Romagna: Sangiovese, Albana e Pagadebit.

Per chi vuole esaltare un piatto abbinando il vino “giusto” offriamo la possibilità di bere anche i vini al calice oppure – come provocazione o semplicemente per seguire un approccio alternativo, possiamo partire da cosa si beve e poi scegliere i piatti da accompagnare.

Quartopiano è innovazione e creatività, ma la cosa più preziosa è il cliente verso il quale cerchiamo di essere accoglienti ma senza eccessi. I nostri ospiti si devono sentire come a casa di un amico, festeggiati e coccolati. Iniziamo con uno stuzzichino di benvenuto e un calice di bollicine, un gesto di accoglienza come da chi si conosce… il resto, scopritelo venendoci a trovare!”

Quartopiano Suite Restaurant | Rimini – Via G. Chiabrera, 34
Tel. 0541.1795666

RaT