Le zucchine sottolio, una conserva con l’estate dentro

Zucchine sottolio
fonte. www.cucchiaio.it

 

Quando la stagione delle verdure maturate al sole sta per finire, diventa più forte la tentazione di portare con noi, nei giorni a venire, una parte dei sapori che ci hanno accompagnato durante le calde giornate estive.
Ecco allora la ricetta di una conserva, facile e veloce, per esaudire questo desiderio: le zucchine sottolio.

Premessa. Qualsiasi tipo di conserva vi accingiate a preparare, dedicate la giusta attenzione alla scelta e alla sterilizzazione dei baratoli. Ecco come fare. Per prima cosa lavate accuratamente sia i vasi sia i coperchi(meglio se nuovi). Sistemateli sul fondo di una pentola, sopra ad un canovaccio di cotone pulito. Ricoprite con dell’acqua e portatela a ebollizione. Abbassate la fiamma e dopo mezz’ora spegnete il fuoco. Oltre alla sterilizzazione, per una buona conservazione, è anche necessario creare il sottovuoto. Una volta riempiti e chiusi ermeticamente, i vasi vanno messi capovolti a testa in giù. Per capire se si è creato l’effetto sottovuoto, fare una leggera pressione sul coperchio per sentire se c’è il classico “click clack”.

Ingredienti
1 kg di zucchine
500 ml di acqua
250 ml di aceto bianco
2 cucchiai di sale grosso
2 spicchi di aglio
un pizzico di sale
pepe in grani (nero, bianco, verde e rosa)
menta fresca
olio extravergine di oliva qb

Preparazione
Lavate accuratamente le zucchine e tagliatele a listarelle. Sistemate le zucchine in una ciotola e cospargetele con il sale grosso (2 cucchiai). Lasciatele riposare per circa 2 ore in modo che le zucchine possano perdere l’acqua in eccesso.
Risciacquate le zucchine e strizzatele. Portate a ebollizione l’acqua con l’aceto e aggiungete un pizzico di sale fino. Cuocete le zucchine per 5 minuti e lasciatele raffreddare. Sterilizzate 2 barattoli e sistemate le zucchine, aggiungete olio extravergine di oliva, aglio a pezzettini, pepe e menta.

Suggeriamo di conservare le zucchine sottolio in un luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti di calore, e attendere almeno un mese prima di consumarle.
(fonte Cucchiaio d’Argento)


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER