Il Palio di Mondaino dal 18 al 21 agosto: il Medioevo in Romagna

Palio del daino - MondainoSituato in provincia di Rimini, su un monte di confine con la regione delle Marche, l’abitato di Mondaino fu definito da Federico di Montefeltro “Luogo forte et importante, che a nessun patto può essere conquistato”.

Tuttora può vantare una magnifica Rocca Malatestiana in cui, ogni anno, si svolge il Palio de lo Daino, rievocazione rinascimentale fra le più apprezzate d’Italia in cui si rivive la tregua firmata nel 1459 fra Sigismondo Malatesta e Federico da Montefeltro. Un’occasione irripetibile per godere del magnifico paesaggio rurale, dei monumenti storici, degli splendidi luoghi e degli eventi unici di un meraviglioso angolo di Romagna, rivisitando il passato glorioso del Rinascimento Italiano.

Quest’anno l’affascinante palio avrà luogo dal 18 al 21 agosto: per quattro giorni le contrade del borgo si sfideranno a diversi giochi e le vie del paese si colmeranno di bancarelle, botteghe, artisti di strada e spettacoli, tutti di stampo rigorosamente medievale; non mancheranno dunque i manicaretti ed i vini locali, per gustare il “cibo giusto et salutare de l’anima et de lo corpo, parte bona de la vita”.

Fra gli spettacoli, saranno presenti danzatrici, giocoleria, giullari, musici medievali, cantori, falconieri, mangiafuochi, burattini, artisti circensi, soldati medievali, maghi, parate, sfilate, inquisitori che allestiranno roghi di povere streghe, recite, sbandieratori, contese e giostre, concerti del popolare gruppo tedesco neo-medievale Corvus Corax e in conclusione un ardito spettacolo pirotecnico.

La disfida del palio avrà luogo in Piazza Maggiore, che con la sua forma semicircolare in cui si affaccia uno splendido porticato neoclassico risulta una delle piazze più belle e caratteristiche di tutta la Romagna.

In allegato il programma della manifestazione e la mappa di Mondaino, includendo tutte le varie attività e spettacoli di questa 29° edizione dell’affascinante palio. Viaggiando con gli occhi, con la memoria e col gusto, nel sorprendente Medioevo del Montefeltro…

RaT