Il Ragù alla romagnola

Ragù alla romagnola

 

Il Ragù alla Romagnola è il biglietto da visita di ogni brava azdora. È ottimo per condire lasagne, tagliatelle, strozzapreti o qualsiasi formato di pasta si voglia condire, meglio se fatta in casa. È buonissimo anche sulla polenta.
Condimento davvero saporito, si può prepararne in quantità per poi congelarlo a porzioni da utilizzare all’occorrenza… consumato fresco, però, ha quel tocco in più.
La variante romagnola del ragù, sugo essenzialmente a base di carne di manzo macinata, prevederebbe l’aggiunta di salsiccia, che dona un sapore ancora più deciso. Qui ve lo proponiamo nella versione classica, senza salsiccia, con carne magra e una fetta di lardo macinate.

Ingredienti:

1kg. di carne magra macinata
1 grossa fetta di lardo macinata
2 carote
2 coste di sedano
1 cipolla
mezzo bicchiere d’olio
1 bicchiere di vino rosso
2 bottiglie di passata di pomodoro (di ottime qualità) da 700gr.
sale e pepe

Preparazione

Per prima cosa pulite bene sedano, carote e cipolla e riducete il tutto in dadolata molto fine ed il più possibile omogenea.
Versate in una casseruola l’olio, aggiungete il lardo macinato e mettete sul fuoco; quando è ben caldo e sfrigolante, aggiungete le verdure, lasciando appassire qualche minuto, quindi aggiungete la carne macinata poco alla volta, sgranandola e mescolando molto bene; portate a completa rosolatura.
Versate il vino e lasciatelo evaporare bene; condite ora con sale e pepe, versate la passata di pomodoro e mescolate bene.
Abbassate ora la fiamma al minimo, coprite a tre quarti la casseruola con un coperchio e cuocete piano piano per circa due ore, sorvegliando che il ragù non asciughi troppo aggiungendo poca acqua calda all’occorrenza.