Strozzapreti al ragù di coniglio con carciofi e cialda di formaggio

Strozzapreti al ragù di coniglio - Sangiovesa

 

Strozzapreti al ragù di coniglio. Il morbido del coniglio e il leggermente croccante della cialda di capra rendono questo primo piatto delizioso e invitante. Una ricetta ideata dallo chef Massimo Mussoni attivo nelle cucine del ristorante La Sangiovesa di Santarcangelo.

Ecco gli ingredienti per 4 persone:

Per gli strozzapreti:
500 gr di farina
230 gr acqua
sale
pepe

Per il ragù:
1 carota
1 costa di sedano
1 mezza cipolla
50 gr di prosciutto crudo a dadini
1 mazzetto di erbe aromatiche
400 g di coniglio polpa a cubetti
mezzo bicchiere di trebbiano bianco
50 cl olio extravergine
2dl passata fiaschetto
brodo qb
3 carciofi
1 scalogno
formaggio fresco di capra

Preparazione degli Strozzapreti al ragù di coniglio

Impastate farina e acqua con un pizzico di sale e di pepe e tirate una sfoglia un po’ spessa per poi preparare gli strozzapreti nella maniera tradizionale. Preparate il ragù facendo soffriggere nell’olio il battuto di sedano, carota e cipolla insieme al mazzetto di erbe aromatiche, aggiungete il prosciutto e fate rosolare. Aggiungete poi la polpa di coniglio, fatela tostare bene, facendo fuoriuscire tutta l’acqua e facendola caramellare. Sfumate con il vino e lasciate evaporare il liquido. Aggiungete la passata di pomodoro allungando con un buon brodo di carne, aggiustate di sale e pepe e lasciate andare per una mezz’ora circa. A parte cucinate i carciofi precedentemente mondati, puliti e tagliati a spicchietti. Passateli in padella con olio e scalogno, salate e pepate e poi fateli saltare con il vino bianco per poi lasciarli asciugare.
Per la cialda di capra prendete del formaggio di capra in purezza, stendete un cucchiaio di formaggio su un foglio di carta da forno e mettetelo nel microonde, circa 40-50 secondi a massima potenza, finché non ottenete una cialda bella croccante. A parte portate ad ebollizione l’acqua salata, calate gli strozzapreti e scolateli al dente. Versate gli strozzapreti nel ragù e fateli saltare cosicché si insaporiscano. Aggiungete anche i carciofi. A questo punto componete il piatto: adagiate gli strozzapreti al centro e decorate con la cialda di pecorino.

La Sangiovesa di Santarcangelo  (Piazza Beato Simone Balacchi, 14) è un locale che propone piatti della tradizione serviti all’interno di una location suggestiva, quella del Palazzo Nadiani, che si presenta come un dedalo di stanze e sale dispiegate sui tre piani divise tra osteria e ristorante.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni!
📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER