I superfood nostrani: una preziosa fonte di energia per il benessere psicofisico

Frutta secca con guscioNegli ultimi anni l’attenzione a ciò che portiamo in tavola è in continua crescita. Oltre ad essere interessati a consumare cibi sani, siamo anche attenti ad completare la nostra dieta con ‘integratori’ in grado di migliorare il nostro stato di salute. Ecco spiegato il successo dei ‘superfood’.

I superfood nostrani

Senza scomodare radici, bacche e semi esotici, possiamo affidarci anche ai ‘superfood’ per così dire nostrani. Sono quelli che abbiamo a portata di mano: la frutta secca con guscio, dalle noci alle mandorle, dai pistacchi ai pinoli, fino alle nocciole.

Il boom di acquisti

Una recente elaborazione, svolta da Coldiretti su dati raccolti da Ismea, ha messo in luce che gli acquisti di questi alimenti sono aumentati del 10% nel corso dell’ultimo anno. Il carrello della spesa vede una presenza sempre maggiore di prodotti ad alto valore nutrizionale e con una connotazione salutista.

Alleati della salute

La frutta secca con guscio, in passato considerata nemica della linea per l’elevato apporto calorico, è stata attualmente rivalutata come preziosa alleata della salute. È dunque questa la ragione che ne ha fatto esplodere i consumi. In Italia sono praticamente raddoppiati negli ultimi dieci anni ed hanno raggiunto i 3 chilogrammi all’anno per persona.

Le proprietà

Le noci e le nocciole, ad esempio, sono ricche di antiossidanti, di acidi grassi che fanno bene al colesterolo, di sali minerali e di vitamina E. Le mandorle sono utili per mantenere una pelle sana, avere capelli e unghie robusti e per rafforzare il sistema immunitario. I pistacchi contengono un’elevata quantità di fibre, di sali minerali ferro e di vitamine (gruppo A e gruppo B). Infine i pinoli sono una fonte di zinco, potassio e vitamina B12.
Sono da considerare dei veri e propri superfood utili per il benessere psicofisico.

Disponibili per l’acquisto con il guscio, già sgusciati o trasformati in barrette, mueslì e snack, tali alimenti sono una preziosa riserva di energia da sfruttare in primavera con il ritorno dell’attività fisica all’aria aperta.

RaT