Trattoria La Puraza, pesce freschissimo in tutte le declinazioni

Trattoria La Puraza - Rimini

 

Trattoria La Puraza sorge in antico casolare e ha una gestione nuovissima. Per cui è con grande curiosità che ci siamo messi in viaggio lungo la strada che da Rimini porta a San Marino (e viceversa). Quello che abbiamo scoperto è un delizioso angolo di campagna dove Enzo, il gestore, ci ha accolto per una piacevole chiacchierata tra gli ulivi secolari.

Allora, raccontaci un po’ la storia del locale. “Non c’è moltissimo da raccontare, abbiamo aperto da poco! Ma nel secondo anno abbiamo già raddoppiato il numero di clienti che ci sono venuti a trovare. Segno che stiamo lavorando bene.”

E qual è il segreto di questo rilancio?
“Ci piace lavorare con prodotti fuori dal comune. Sia nel senso che sono di qualità eccezionale, sia nel senso che sono magari insoliti, poco comuni. Parliamo soprattutto di pescato marittimo, il mare lo conosco bene. Ecco, qui avrei qualcosa da raccontare…”

Prego.
“Mi sono formato come skipper. Ho fatto per tanti anni il marinaio, guidavo barche a vela. Puglia, Grecia, Croazia… e cucinavo per chi saliva a bordo. All’inizio era facile, preparare per quattro, otto persone. La ristorazione è stata una conseguenza naturale, con le dovute proporzioni ovviamente. Ma provo lo stesso piacere di una volta, qui alla Puraza. Invito i clienti a salire a bordo, offro loro tutti i sapori del mare: l’Adriatico, il Tirreno, l’Atlantico…”

E quali sono questi sapori?
“Abbiamo sei qualità di ostriche, ad esempio. E poi i ricci, le cozze pelose, il granciporro, le mandorle di mare, le bulots (buccine), il gambero rosso e viola. Lavoriamo bene con il crudo, e anche con i crostacei. Ci piace la varietà, e soprattutto la costanza: garantire che il cliente certi sapori da noi li trova sempre.”

La freschezza al centro del progetto, ovviamente.
“Nei miei anni da skipper, di contatti ne ho fatti. Abbiamo due barche di Mazara del Vallo, ci portano il pesce due volte a settimana. E poi Gallipoli. Forniture settimanali dal mercato del pesce di Milano. Non necessariamente una cucina gourmet, perché quando il prodotto è buono ed è fresco, va lavorato il meno possibile.”

Solo pesce, quindi?
“Soprattutto pesce. Poi abbiamo pochi prodotti di terra, ma tutti eccezionali. Ad esempio la Fassona piemontese, che è un’eccellenza nostrana. O il Patanegra, salume famoso in tutto il mondo. E quando è stagione non mancano i porcini, e il tartufo, che offriamo anche in abbinamento col pesce.”

Un’offerta che sembra davvero generosa, e studiata.
“Ma non finisce qui. 300 etichette vinicole. Pasta, pane, dolci, spianata, tutto fatto in casa. E ci piace trattare bene il cliente anche con formule innovative, insolite, come l’apericena. Di spazio ne abbiamo, e di voglia, anche. Qui il sorriso e l’accoglienza non mancano mai.”

Il miglior complimento ricevuto finora?
“Che la differenza si sente. Anche e soprattutto con i locali – e sono tanti – che trattano il pescato di mare. Qui il banco del pesce è come in pescheria: ampio, fresco, sempre fornito, generoso. Perché in fondo ci piace chiamarci ancora ‘trattoria’: generosità, accoglienza, per tutti i gusti e tutte le tasche.”

E davvero, a dispetto della raffinatezza dei piatti, l’impressione rimane quella. A La Puraza trovate un ambiente caloroso, a poca distanza da Rimini centro, in un suggestivo angolo di campagna, come le trattorie di una volta.


Rimani aggiornato sulle Manifestazioni!
📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER