Una ricetta da provare: le polpette con gli strigoli o stridoli

polpette con gli stridoli

 

In Romagna gli strigoli o stridoli, che dir si voglia, sono molto amati. Trionfano nel condimento di tagliatelle, risotti e strozzapreti, da soli o in compagnia della salsiccia, sono ottimi anche nella frittata. Però, devo dire la verità, le Polpette con gli strigoli non le ho ancora provate, devo assolutamente rimediare!

Ecco qui la ricetta tratta dal libro di cucina di Graziano Pozzetto “Le cucine di Romagna: Storia e ricette”

Gli ingredienti sono, oltre agli stridoli, prezzemolo, spicchi d’aglio, pangrattato, formaggio parmigiano e misto pecora, fontina stagionata, gruviera, ravaggiolo o squacquerone, uova.

Gli stridoli vengono, come al solito, lessati, strizzati e sminuzzati; si impastano con i formaggi (necessariamente sbriciolati), le uova, un po’ di farina, aglio e prezzemolo tritati, sale fino, pepe.

Se si vuole si può arricchire l’impasto con sapori di mortadella, oppure prosciutto tritato, eventualmente salsiccia fresca o polpa macinata di pollo lessato o tacchino cotto o avanzi di carni arrostite o bollite, come in tutte le polpette.

Alla fine si ricavano polpette che si friggono in olio d’oliva e si servono calde, ma più delicatamente si possono cucinare in sugo semplice di pomodoro aromatizzato da timo fresco.


Rimani aggiornato su Ricette, Eventi e Manifestazioni! 📩  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER