Un’escursione a Ravenna per ammirar… le stelle!

Planetario di Ravenna

 

A chi è appassionato osservatore del cielo e, quando le notti sono limpide e senza inquinamento luminoso, si ferma affascinato a guardare le stelle per carpirne i segreti, proponiamo una visita al planetario di Ravenna.

Inaugurato il 1° giugno del 1985, è immerso nel verde dei giardini pubblici della città, fra il viale che conduce alla stazione ferroviaria e la Loggetta Lombardesca. Un cupola di metallo che, coi suoi moderni meccanismi, si inserisce armonicamente nel tessuto artistico e culturale della città. Qui, per appassionati e neofiti, si rinnova continuamente la meraviglia dell’osservare la volta celeste.

Mosaici e Astronomia

L’idea di rappresentare il cielo stellato è antichissima e costante nei mosaici di Ravenna: entrando nel Mausoleo di Galla Placidia lo splendido soffitto in mosaico del V secolo ci appare come la ‘fotografia’ di un planetario. Un’immagine costruita dall’uomo per catturare il cielo e per averlo sempre a portata di mano. Anche all’interno di Sant’Apollinare in Classe la grande croce gemmata dell’abside emerge da un tappeto di stelle.

Dante

A Ravenna ritroviamo numerose altre presenze che si richiamano all’aspetto astronomico. Citeremo unicamente Dante, che qui trascorse gli ultimi anni di vita. Il suo viaggio attraverso i regni dell’oltretomba, narrato nella Divina Commedia, è infatti scandito da numerosissimi eventi astronomici.

Il Planetario

Per tornare al Planetario, questo è dotato di una cupola di 8 metri di diametro, sotto la quale trovano posto fino a 56 spettatori per conferenze e lezioni. Oltre alla cupola, il Planetario dispone di una sala convegni adibita a riunioni, lezioni e laboratori. Tramite una scala si accede a una terrazza che permette osservazioni del cielo con il campo sgombro dalle chiome degli alberi.

Gli strumenti astronomici

Oltre al Planetario potete trovare alcuni altri strumenti astronomici di rilievo. Sul lato sud dell’edificio si trova infatti un grande Orologio solare: un quadrante e due meridiane grazie ai quali è possibile ricavare l’ora e altre indicazioni astronomiche.
Sul lato ovest è invece posizionato un Cerchio di Ipparco, strumento che permette di conoscere il momento esatto dell’equinozio. Normalmente si effettuano qui le osservazioni pubbliche del cielo e del sole.

Per chi vuole si vuole dilettare con i corpi celesti al Planetario di Ravenna, numerosi sono gli appuntamenti in programma nel mese di maggio.
Tutte le informazioni di dettaglio qui: http://www.planetarioravenna.it